Tiziana Iannarelli spiega cosa significa camminare - itCassino

itCassino

INTERVISTE SE PASSEGGIAMO

Tiziana Iannarelli spiega cosa significa camminare

Tiziana Iannarelli In Cammino

Fonte foto: Profilo Facebook di Tiziana Iannarelli-https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2515734145366647&set=t.100007902580250&type=3

Con Tiziana Iannarelli scopriamo il vero senso del camminare. Si parla di un’arte che permette di conoscere territori e le persone. In particolare scopriamo insieme come organizzare un cammino in solitaria ha un valore introspettivo. Questo è il modo che tante persone stanno seguendo per gestire i nostri momenti difficili. Affrontare la paura e scoprire di non essere soli. Si tratta di un lavoro che dobbiamo fare su noi stessi. Anche se è molto difficile fare questo passo. Dunque impariamo a vivere le esperienze. Inizia tutto pensando di realizzare un percorso. Il primo passo è un viaggio nel nostro mondo.

Il viaggio a piedi di Tiziana Iannarelli

Tiziana Iannarelli racconta la sua idea di cammino. Si tratta di un cammino interiore,  un cammino interculturale che nasce dalla sua storia. Di certo è vero che viaggiare significa maturare una grande esperienza della vita. Ugualmente, il viaggio è un modo eccellente di aprire i propri occhi al mondo e di conoscere altre culture. Ma capita anche che facciamo le valigie per scappare. In questo caso, Tiziana Iannarelli unisce il suo viaggio interiore al camminare. Infatti parte da L’Aquila e arriva fino a Monte S. Angelo. in questo percorso passa per l’Abruzzo, il Molise e la Puglia. Per Tiziana questo è Il Cammino della Pace. Percorre circa 500 km, per 29 giorni di cammino dove attraversa cinque province:

Tiziana attraversa anche alcuni parchi nazionali, quali:

  • Gran Sasso,
  • Monti della Laga,
  • Majella,
  • Gargano.
Tiziana Iannarelli Natura E Psiche
Fonte foto: Profilo Facebook di Tiziana Iannarelli- https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2652463948360332&set=t.100007902580250&type=3

Un viaggio nelle tradizioni e nella storia. Soprattutto vive la realtà dei borghi, incontra abbazie, eremi, santuari. Un viaggio che, passo dopo passo,  l’accompagna sui passi dei pastori, dei monaci, dei nobili  dei viandanti e dei pellegrini. Fino a Monte Sant’Angelo. La meta finale è proprio la grotta di San Michele Arcangelo. Nasce così l’idea del Cammino della Pace. Soprattutto nasce da Luciano Caramanico nei giorni del terremoto del 2009. D’altra parte, quel giorno il sisma coglie nel sonno migliaia di persone radendo al suolo case, monumenti, edifici storici, ospedali, università.

Cos’è il cammino della pace?

Per un caso fortuito, la notte del sisma, Alessandra, la figlia di Tiziana, dorme in una vecchia casa del centro storico. Come accade per diversi studenti fuori sede, anche lei non è dove dovrebbe essere. Ma proprio loro sono quelli che sono salvi. Mentre edifici in cemento armato diventano briciole. Si tratta di un caso fortuito che salva loro la vita. Da questa esperienza, che tocca la giovane Alessandra, nasce Il Cammino della Pace. Si tratta di un progetto che parte da un’emozione. Ma presto diventa un percorso che diversi camminatori intraprendono. Ancora è un’idea in via di sviluppo. Però c’è il sogno, degli ideatori e dei realizzatori, di vedere presto un cammino europeo. A parlare di questo sogno sono lo stesso Luciano Caramanico (marito di Tiziana e papà di Alessandra).

Tiziana Iannarelli Incontri E Amicizie
Fonte foto: Profilo Facebook di Tiziana Iannarelli- https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10224534209566490&set=t.100007902580250&type=3

Ma anche la camminatrice e scrittrice Chiara Genova, la camminatrice e guida turistica Maria Chiara Castriota e Nico Di Martino, che rappresenta l’Associazione Monte Sant’Angelo Francigena. Quando camminiamo da soli impariamo a sentire distintamente, dentro di noi, il cuore che batte. Ugualmente il respiro che riempie i polmoni, l’aria pura che è vita, e sentiamo di essere vivi. Soprattutto siamo padroni del nostro tempo nel presente. Tutto questo riserva il cammino in solitudine. Si tratta di un’esperienza molto diversa dal viaggio a piedi con un gruppo, o al cammino in due. Soprattutto, il cammino in solitudine è una sfida ed è un modo per ritrovare noi stessi, per affrontare le difficoltà della vita. Si parla di un momento privato per riflettere sulla nostra esistenza.

Tiziana Iannarelli spiega cosa significa camminare ultima modifica: 2021-03-08T08:57:56+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x