Pasqualino Settebellezze: omaggio a Lina Wertmuller - itCassino

itCassino

ARTE PERSONAGGI

Pasqualino Settebellezze: omaggio a Lina Wertmuller

Pasqualino Settebellezze Omaggio A Lina Wertmuller Oscar

Pasqualino settebellezze è un film del 1975 scritto e diretto da Lina Wertmuller. Pasqualino Settebellezze è sicuramente l’opera che ha riscosso maggior successo a livello internazionale, costituendo un momento nevralgico per la carriera della regista italiana. Il film rappresenta il quarto di una lunga collaborazione con Giancarlo Giannini avviata nel 1972 con Mimì metallurgico ferito nell’onore. Il film della Wertmüller è un prodotto suggestivo e multistrato, un intreccio narrativo possente che porta l’eco e le rimanenze di un neorealismo che, dagli anni ’50-’60 in poi inizia a declinarsi in forme differenziate. Lo sfondo del film è quello di un contesto sociale svantaggiato, ricco di folklore ma anche di arretratezza culturale e con personaggi sprovvisti di una consapevole e più ampia visione storico-politica: proprio in questa cornice si profila la figura di Pasqualino. 

   Pasqualino Settebellezze: omaggio a Lina Wertmuller, trama del film

Pasqualino Settebellezze è un giovane camorrista napoletano che per assicurarsi una posizione, deve compiere una qualche “impresa” che gli assicuri “rispettabilità” tra i malavitosi. Vigliacco di natura, dopo aver affrontato inutilmente l’uomo che ha ingannato sua sorella Concetta e l’ha costretta a prostituirsi, in un secondo scontro lo uccide casualmente. Impaurito, ne fa a pezzi il cadavere e lo spedisce in tre valigie. Scoperto, processato e condannato al manicomio criminale per 12 anni, esce da Aversa come volontario allo scoppio della II Guerra Mondiale. Fuggito dalla Russia insieme all’amico Francesco, finisce in un lager. Qui conosce l’anarchico spagnolo Pedro e assiste alle brutture naziste. Per salvarsi, finge ardente amore per la Hilde, la kapò del campo.  Per sopravvivere, però, è costretto a uccidere il suo amico Francesco. Liberato dagli Alleati, torna finalmente a Napoli dove l’attende un’altra sorpresa…

Pasqualino Settebellezze Omaggio A Lina Wertmuller Giannini
Fonte foto facebook: Pasqualino Settebelleze fan club

                   Lina Wertmuller: oscar alla carriera 2020

Donna e professionista di polso non ha mai nascosto il suo impegno politico e quello in favore dei diritti delle donne. Lina Wertmuller entra nell’immaginario collettivo per l’ironia e l’estro surreale delle sue pellicole caratterizzate da quei titoli lunghi che diverranno anche il suo marchio di fabbrica. A partire dalla seconda metà degli anni ’60 racconta la società italiana e la sua evoluzione socio-politica attraverso il rapporto fra uomo e donna, fra nord e sud, fra borghesia e proletariato. Inoltre è stata la prima donna nella storia a essere candidata all’Oscar come miglior regista nel 1977 per il film “ Pasqualino Settebellezze”. La pellicola ricevette infine altre tre nomination: miglior film straniero, migliore sceneggiatura originale e miglior attore protagonista.

 

Pasqualino Settebellezze: omaggio a Lina Wertmuller ultima modifica: 2021-12-20T09:39:41+01:00 da Fabio Bocchino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Katherine Alexandra Giudice

👍

Julieta B. Mollo

👌🏻

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x