I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

NEWS NOI VALORI

Barriere architettoniche per superarle si può e si deve fare di più

Barriere Architettoniche Strade

Il Tenente Colonnello R. O. Giuseppe Campoccio lotta contro le barriere architettoniche a Cassino

Barriere architettoniche in città sono limitazioni fisiche per tanti. Pertanto impediscono o limitano gli spostamenti o la fruizione di servizi. Grazie a queste barriere le persone disabili, con limitata capacità motoria o sensoriale sono prigioniere della città. La barriera architettonica può essere una scala, un gradino, una rampa troppo ripida. Nonostante tutto, ancora oggi è difficile in un comune non trovare barriere architettoniche.  Disabili, anziani e mamme sono le principali vittime delle nostre città.

Barriere Architettoniche Parcheggi
Barriere architettoniche e rispetto delle regole della strada

Barriere architettoniche a Cassino

Il problema delle barriere architettoniche a Cassino è molto sentito. Per una persona sulla sedia a rotelle raggiungere la Villa Comunale è difficoltoso perché i marciapiedi hanno rampe molto ripide e sono pieni di buche o ci sono auto e motorini parcheggiati. Girando per strada bisogna affrontare un fondo dissestato e pozze piene di fango e detriti. Ma la cosa peggiore è che una carrozzina difficilmente può passare per il Corso della Repubblica. Si parla della strada principale che è impraticabile non solo per le persone disabili, ma anche per anziani e donne con passeggini. Dobbiamo pensare che si tratta anche di un problema di educazione civica. Basterebbe fare un po’ di attenzione, da parte del cittadino, a non lasciare l’auto davanti gli scivoli dei marciapiedi. Rispettare i parcheggi per disabili,non è solo una norma giuridica, ma significa che nel nostro piccolo ci stiamo impegnando per rendere la città più vivibile per tutti.

Campoccio contro le barriere architettoniche

Il Tenente Colonnello R. O. (Ruolo d’Onore) Giuseppe Campoccio, l’atleta paralimpico da tempo a Cassino sta portando avanti un’importante lotta per l’abbattimento delle barriere architettoniche. La legge sull’abbattimento delle barriere architettoniche risale al 1984. Purtroppo si tratta di una legge quasi sempre ignorata o non inapplicata completamente. Il Tenente Colonnello R. O. Campoccio fa notare come ciò sia addirittura una violazione della Costituzione. L’articolo 3 della Costituzione dice infatti che ogni cittadino ha pari dignità nella propria vita sociale. Ma in effetti così non è. Nella realtà specifica di Cassino, purtroppo bisogna notare che ci sono gravi mancanze, sia dal punto di vista normativo, sia dal punto di vista del controllo delle strutture. In questo modo, invece di abbattere le barriere architettoniche, molte volte se ne creano di ulteriori. Così è abbastanza difficoltoso affrontare una giornata e andare in giro per Cassino con queste limitazioni.

Barriere Architettoniche Stato
Forze dell’ordine contro le barriere architettoniche

Come andare oltre i limiti

Ovunque si viva, chi ha una disabilità si scontra con diversi ostacoli che sembrano insormontabili. I luoghi di lavoro in generale, ma anche le scuole dei bambini e dei ragazzi, non sono completamente adeguati a una situazione d’invalidità. Per i portatori di handicap ci si trova davanti a delle difficoltà oggettive, perché scuole e ambienti di lavoro non sono proprio progettati per avere un reintegro del disabile. La riflessione di Campoccio è sempre positiva. Infatti, tutta questa situazione non deve spingere i disabili a chiudersi in se stessi. Una cosa fondamentale è vivere, come lui ha imparato dalla sua esperienza di vita quotidiana, il contesto della società. Bisogna uscire, ritagliarsi del tempo dopo il lavoro o lo studio. Per Campoccio la sua evasione è stato lo sport. Ma anche dipingere, ascoltare la musica, farsi la passeggiata. L’importante è imparare a godersi la vita istante per istante. Non crearsi barriere architettoniche nella mente.

Barriere architettoniche per superarle si può e si deve fare di più ultima modifica: 2019-08-26T09:00:42+02:00 da Angelo Franchitto
To Top