DAD e voglia di tornare a scuola. Affrontiamo la complessità - itCassino

itCassino

SCUOLA

DAD e voglia di tornare a scuola. Affrontiamo la complessità

Dad Studenti A Casa

Un argomento che fa discutere docenti, genitori e studenti è la DAD, la didattica a distanza. Infatti, è difficoltoso capire come far studiare i giovani a casa. La scuola è luogo di confronto. Certamente il dialogo tra docenti e studenti è sempre basilare. Infatti è impossibile trasferire dei concetti quando manca il rapporto umano. Dunque la scuola ha oggi il difficile compito di gestire la complessità. Soprattutto in questo periodo di pandemia, i giovani vanno seguiti e sostenuti nei loro percorsi.

Quanto è importante il rapporto umano per imparare?

A scuola è fondamentale il rapporto tra insegnante e alunno. Si tratta di costruire una relazione con alla base il dialogo e l’interazione costante tra insegnanti e studenti. Infine bisogna realizzare un rapporto unico di fiducia e di collaborazione. Ovviamente questo è un modello ideale. Ciò nonostante, in classe, gli insegnanti devono stimolare gli studenti a partecipare in modo attivo e collaborativo alle lezioni. Perché i ragazzi maturino una relazione positiva con la scuola i docenti incoraggiano i giovani dare il proprio contributo individuale e a collaborare. Quindi a costruire una rete di relazioni interne al contesto classe. A causa della pandemia da Covid-19, il dialogo prosegue anche al di fuori della scuola. Infatti, dopo il lockdown, il modo di fare scuola cambia profondamente. Con la didattica a distanza (DAD), il dialogo tra insegnanti e studenti diventa più complicato.

Dad Rapporto Umano

Gli studenti inviano i compiti, i dubbi e le domande ai docenti, che oggi seguono i progressi dei ragazzi via internet. Dunque sta cambiando il modo di fare rete. Le relazioni sociali sono virtuali e diventa complesso sviluppare capacità di collaborazione. Ugualmente è difficile costruire rapporti di fiducia. Il dialogo è considerato come mezzo che permette all’insegnante di conoscere in modo approfondito le caratteristiche di ogni studente. Con la DAD c’è una spersonalizzazione del dialogo e insegnanti e studenti sono sempre più distanti. Dunque mancano tutte quelle attività di pianificazione tempestive degli interventi di recupero e potenziamento a sostegno dei ragazzi.

DAD: Verso un apprendimento online

La DAD fa parte di quello che chiamiamo apprendimento online, teledidattica o E-learning. In questo caso vengono utilizzate le tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell’apprendimento. Si tratta di un sistema per facilitare l’accesso dei ragazzi alle risorse e ai servizi. Ma è anche un modo per creare collaborazione a distanza. La scuola post lockdown lavora molto su questo sistema di formazione. Infatti, molti progetti educativi propongono la DAD anche come percorso didattico alternativo alla didattica tradizionale. D’altra parte stiamo vivendo un periodo eccezionale. Soprattutto la formazione a distanza promuove l’interattività. Si tratta della necessità di coinvolgere ogni singolo studente generalmente attraverso il metodo del learning by doing.

Dad Learning By Doing

Dunque viene ripreso il concetto del filosofo americano J. Dewey, secondo il quale l’apprendimento avviene per esperienze. Alla base di questo c’è la relazione con l’ambiente naturale e con quello sociale in cui viviamo. Il metodo del learning by doing, cioè imparare facendo, nasce dall’idea di scuola attiva. Dunque il dialogo tra docenti e studenti è, in quest’ottica, il risultato dell’attività volontaria del discendente. Soprattutto, l’insegnante ha come compito quello di stimolare l’interesse dei ragazzi. In una classe virtuale la gestione dell’attenzione e la creazione di attività condivise è molto delicata. Ma in questo periodo bisogna fare di necessità, virtú.

DAD e voglia di tornare a scuola. Affrontiamo la complessità ultima modifica: 2021-02-17T08:59:02+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Raffaella Natale

DAD sì o DAD no? Il confronto è serrato. Gli studenti hanno bisogno della scuola e dei compagni ma il digitale ha aperto nuove prospettive

Angelo Franchitto

Si tratta di una strada nuova, una nuova frontiera del fare scuola. Ma il suo successo o fallimento dipende da tutti noi.

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x