Vaccinazione Covid19, fase 1: immunità per i nonni - itCassino

itCassino

PROMUOVI VALORI

Vaccinazione Covid19, fase 1: immunità per i nonni

Vaccinazione Campagna Di Vaccinazione

Inizia la campagna di vaccinazione per combattere la pandemia da Covid-19. Dopo una prima fase di vaccini per medici e paramedici, oggi è un’operazione di massa. A Cassino il vaccino si fa presso l’ospedale civile Santa Scolastica. Fare il vaccino è un gesto di responsabilità. Ma è anche un modo per tutelare coloro che sono più a rischio. In questo anno appena trascorso abbiamo imparato a conoscere questa terribile infezione. Mentre oggi inizia una nuova era. Soprattutto siamo più consapevoli della necessità di un vaccino per tutti. Ma adesso è per noi il momento di agire.

Vaccinazione e prenotazioni per gli over 80

A Febbraio inizia la vaccinazione di massa. Finalmente parte la tanto attesa campagna di vaccinazione anti-Covid. Come ormai sappiamo bene, i primi a ricevere il vaccino sono le persone con età pari o superiore ad 80 anni. Anche se non ancora compiuti. Infatti, la Regione Lazio, attraverso l’impiego di Nicola Zingaretti, è tra le prime regioni che avviano il meccanismo di prenotazione. Prima di noi solo la Campania. Allora, da qualche giorno possono prenotare online il proprio turno per fare l’iniezione, tutti i nati nel 1941 e prima. Ovviamente può prenotare solo chi è residente in regione. Cosa significa prenotare la propria vaccinazione contro il Coronavirus? Da lunedì primo febbraio le persone con età pari o superiore ad 80 anni possono prenotare il proprio vaccino anti COVID-19 attraverso la piattaforma della Regione Lazio. Prenotarsi è semplice e basta il codice fiscale. Mentre la somministrazione dei vaccini inizia l’8 febbraio.

Vaccinazione Over 80
La vaccinazione vera e propria inizia l’8 febbraio, ma già dal primo febbraio l’ospedale civile Santa Scolastica di Cassino sta raccogliendo le prenotazioni degli over 80.

La prenotazione può essere effettuata dalla persona che deve ricevere il vaccino, da un familiare o un conoscente. Importante è utilizzare il codice fiscale della persona interessata. Il sito è riservato alla prenotazione della somministrazione gratuita del vaccino. Il programma indica in automatico la data per la prima e per la seconda dose del vaccino. D’altra parte il vantaggio è che la richiesta la fai direttamente da casa senza nessuna prescrizione del medico di base. Mentre per le persone over 80, sole e non autosufficienti, possono chiamare al Numero Verde 800 118 800. Si tratta di una linea gratuita attiva tutti i giorni dalle ore 8 alle 20.

Quale vaccino viene utilizzato?

La campagna vaccinale prevede in questa prima fase l’utilizzo del vaccino Pfizer-BioNTech. Si tratta del primo vaccino disponibile in Italia per prevenire la malattia causata dal virus SARS-CoV-2. La vaccinazione è importante perché coinvolge i soggetti più a rischio. Infatti, è tra gli over 80 che si registra il numero più alto di mortalità. Il vaccino Pfizer-BioNTech, come anche gli altri vaccini attualmente in studio, sono in grado di indurre una risposta che blocca la proteina Spike e impedisce l’infezione delle cellule. Si tratta di un vaccino mRNA che contiene le molecole di RNA messaggero del virus. Nessun pericolo per la nostra salute. Infatti, nel vaccino, le molecole di mRNA sono inserite in una “bollicina” che protegge l’mRNA che viene distrutto dalle difese del nostro sistema immunitario.

Vaccinazione Pfizer
La campagna di vaccinazione inizia con il vaccino Pfizer-BioNTech. Il miglior vaccino al momento adatto per gli over 80.

Come funziona il vaccino? Una volta iniettato, l’mRNA viene assorbito nel citoplasma delle cellule e inizia il processo di sintesi della proteina Spike. La presenza della proteina stimola la produzione di anticorpi specifici. Dunque è il nostro sistema immunitario che riesce da solo a creare una difesa contro il virus. Soprattutto, il vaccino non provoca in alcun modo possibile provocare una infezione da COVID-19 nella persona vaccinata. Mentre il vaccino trasporta solamente l’informazione genetica che serve alla cellula per costruire copie della proteina Spike. Infine, una volta compiuta la propria missione, l’mRNA del vaccino subisce un processo di degradazione naturale pochi giorni dopo la vaccinazione. Dunque il vaccino è assolutamente sicuro senza alcun rischio che possa modificare il DNA.

Vaccinazione Covid19, fase 1: immunità per i nonni ultima modifica: 2021-02-05T10:00:48+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x