PERSONAGGI STORIA VALORI

Papa Wojtyla in visita alla città di Cassino: un abbraccio tra storia e fede

Papa Woytila a Cassino

Il 20 settembre del 1980 la città di Cassino è al centro dell’attenzione mediatica per l’arrivo del Santo Padre. Un giorno rimasto nei cuori e nelle menti di coloro che ebbero l’onore d’incontrare di persona Papa Giovanni Paolo II.
Ad un anno dall’elezione del papa polacco, Cassino accoglie un Pontefice che parlò alla cittadinanza con l’amore che ha contrassegnato tutto il suo pontificato. Tutti i cassinati aspettano di ascoltare il messaggio del nuovo pontefice, tutti prestano attenzione alla sua voce. Un uomo giovane che prova a parlare in italiano, ma già si avverte la sua vocazione come padre spirituale della Chiesa.

Papa Wojtyla Visita Montecassino

Nel 1980 il Santo Padre (papa Wojtyla), fa visita all’Abbazia di Montecassino
Fonte: https://www.ciociariaturismo.it/

Giovanni Paolo II nella casa di San Benedetto

La visita di papa Wojtyla avvenne in occasione del centocinquantesimo anniversario della nascita di San Benedetto, una circostanza lieta e per la quale il papa chiese che quel giorno fosse spunto per un rinnovamento della vita ecclesiastica e umana in senso autenticamente cristiano.
San Benedetto appartiene alla storia di tutto il mondo. Se pensiamo che il grande Papa Pio XII lo chiamò “padre dell’Europa”, e che papa Paolo VI venne a Cassino per proclamarlo “patrono primario di tutta Europa” sottolineando così l’opera meravigliosa svolta dal santo mediante la Regola ed i moltissimi discepoli per l’avvento della cultura e della civiltà europea.
Papa Wojtyla si lega ai suoi predecessori nel seguire l’insegnamento di questo nostro grande patriarca capace di valicare, nel corso dei secoli, i confini del continente, diffondendo in tutto il mondo, grazie al lavoro di mente e di mani, ma soprattutto con la sua vita che è per noi un’esempio di virtù e di spirito di contemplazione, che è concentrato nella sua preziosa Regola.

Uniti nel messaggio di San Benedetto

Il papa non mancò di ricordare quanto fosse legato alla città di Cassino ed al ricordo di quei suoi connazionali che qui persero la vita ma che grazie al loro sacrificio diedero l’avvio alla liberazione di Montecassino. Giovani uomini, nostri fratelli, che lontani da casa combatterono gli orrori della guerra.
Papa Wojtyla, parlando dell’insegnamento di San Benedetto, spiegò che si tratta di una dottrina semplicemente evangelica. Essa esplica tutta la sua forza nel promuovere le virtù dell’amore di Dio e del prossimo, che sono basilari nel Vangelo. L’intera struttura istituzionale fondata dal santo di Norcia, è tanto salda da sfidare oltre quattordici secoli di storia.
Il pontefice visitò il cimitero polacco ed esortò i fedeli a fare veramente della famiglia un santuario. Come San Benedetto ci chiede, uniti nell’amore cristiano e nella fede siamo tutti membri di una stessa famiglia.

Innagurazione Statua Papa Wojtyla

La città di Cassino dedica una statua in memoria di papa Wojtyla
Fonte: http://www.consolatopoloniamarche.it/

Il desiderio di Pace

Papa Wojtyla ha pregato per una pace duratura per Cassino, ha ricordato le atrocità della guerra ed i bombardamenti che la distrussero. La gloriosa abbazia di San Benedetto, centro mondiale di pietà, di cultura e d’arte. Una città barbaramente rasa al suolo ed infestata dalla malaria. Il papa volle ricordarci come tutte le guerre sono sempre un fratricidio.
Il Santo Padre parlò di Cassino come una città fiorente, ricca di vicende storiche che l’hanno sempre avvinta a quel Montecassino, ora rinata dalle sue macerie per un dono di Dio e per il valore del lavoro dei cassinati stessi.
Il papa Guardando al futuro chiedeva di vivere sempre una vita operosa e gioiosa nella pace.
Angelo Franchitto

Autore: Angelo Franchitto

Laureato in Scienze dell’educazione e della formazione, da 5 anni mi occupo di scrivere articoli sociali, sono impegnato nel campo del volontariato, scuola e formazione.
Gestisco una pagina social su Facebook nella quale parlo del volontariato a Cassino, giovani, iniziative sociali, Servizio Civile.
Grazie a itCassino desidero ampliare i miei canali di comunicazione e parlare della realtà sociale, culturale e storica del mio paese a sempre più persone.

Papa Wojtyla in visita alla città di Cassino: un abbraccio tra storia e fede ultima modifica: 2019-04-26T09:30:55+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

To Top