I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

EVENTI

Tre giorni dedicati alla cultura grazie ad ANTICOntemporaneo

ANTICOntemporaneo - Abbazia Di Montecassino

Per rilanciare la propria città, sempre più amministratori locali o semplici associazioni puntano sulla cultura.  E c’è un progetto, in cui è coinvolta anche Cassino, che punta a creare un contenitore culturale che possa promuovere manifestazioni di di respiro nazionale. Stiamo parlando di ANTICOntemporaneo, che punta a rilanciare la città laziale partendo da due punti fermi della sua storia: la nascita del volgare e la Regola di San Benedetto. E proprio in questo contesto che nei prossimi giorni ci sarà una tre giorni dedicata alla cultura nelle più importanti location storiche del cassinate.

Il progetto di ANTICOntemporaneo

Ma qual è l’obiettivo di ANTICOntemporaneo? Dare vita ad un progetto che, con passione e pazienza, possa arrivare a creare un itinerario culturale fra il passato, il presente e il futuro della città. Tutto ciò avviene, ovviamente, tenendo bene a mente i punti chiave della storia di questa zona: la Regola di San Benedetto e la nascita del volgare. Per dare vita a tutto questo sono in programma vari eventi che spaziano su tante tematiche culturali (dibattiti sulla lingua, sulla letteratura, sulla storia del libro, della poesia e di tutte le arti). In questo percorso l’abbazia di Montecassino, nell’ambito dell’iniziativa Vita da chiostro, cella d’artista, ospiterà un mese l’anno, uno scrittore, un intellettuale, un poeta, o un qualsivoglia artista, fra le sue mura. Qui l’inquilino temporaneo troverà un luogo di ritiro, concentrazione e riflessione che possa contribuire al prosieguo del suo lavoro con una nuova linfa.

ANTICOntemporaneo - Benedetto Da Norcia

San Benedetto da Norcia. Fonte: Biografieonline

Negli anni, ANTICOntemporaneo è diventato parte di un progetto più grande che vede coinvolti altri eventi o progetti di altre realtà che cercano di rilanciarsi (la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno, il Futura Festival di Civitanova Marche, il Borgo dei Libri di Torrita di Siena, La Parola che non muore di Civita di Bagnoregio). Queste realtà sono tutte delle preziose culle delle prime testimonianze dei volgari italiani, come Cassino.

Il festival di inizio maggio

In un percorso che comprende il Festival dell’Italiano e delle Lingue d’Italia, svoltosi il 7 aprile a Siena, e che ha visto lo svolgimento del concorso Traduzioni creative e dialetti, si colloca la tre giorni del festival ANTICOntemporaneo, il 2, il 3 e il 4 maggio a Cassino. In quest’occasione si terranno vari eventi che vedranno anche la premiazione del suddetto concorso.

ANTICOntemporaneo

La locandina del festival di inizio maggio. Fonte: Facebook

La programmazione dell’evento è piuttosto ricca e variegata nelle tematica. Il primo giorno la location sarà quella dell’Aula Salerno dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Il tema della giornata sarà quello del riciclo creativo. Ci sarà anche spazio, inoltre, alle opportunità offerte dalla regione ai giovani che facciano della creatività un loro punto di forza. Il giorno successivo ci si sposterà nell’Abbazia di Montecassino per affrontare una giornata dedicata alla poesia. Varie letture ed interpretazione dei capolavori del passato saranno protagonisti dell’evento, che vedrà la collaborazione della scuola Leonardo da Vinci di Labico. L’ultimo giorno, invece, vedrà la kermesse spostarsi nella Sala degli Abati di Palagio Badiale. Qui si dibatterà, assieme ad alcuni ospiti, del tema dell’infinito nella cultura del passato e nella modernità della rete. Per un continuo dialogo, insomma, tra passato, presente, e futuro.

Tre giorni dedicati alla cultura grazie ad ANTICOntemporaneo ultima modifica: 2019-04-30T09:30:17+02:00 da Luigi Bove
Commenti
To Top