EVENTI FESTE E SAGRE

Viticuso: alla scoperta dei piccoli borghi d’Italia

Viticuso Sapori E Tradizione

Viticuso, il piccolo borgo del cassinate organizza un percorso tra sapori e tradizioni locali. Si tratterà di un percorso enogastronomico all’interno del suggestivo centro storico di Viticuso. L’evento è previsto per Venerdì 30 Agosto 2019 a partire dalle ore 20:00. Sarà l’occasione per gustare i piatti tipici della cucina locale. La visita verrà effettuata all’interno di un percorso che si snoda in tutto il centro storico. A tenere compagnia ci saranno canti, balli e musica popolare. Il divertimento sarà assicurato. Anche l’arte folkloristica non mancherà. Infatti è in programma il Progetto Tarantella realizzato da Lorenzo Rea.

Viticuso Renzo Centofante
Abbazia di Montecassino per ricordare l’opera dei monaci benedettini a Viticuso. Foto di Renzo Centofante

A Viticuso sapori della tradizione

Il centro agricolo di Viticuso è il luogo ideale per rivivere sapori e tradizioni di una volta. Infatti è un centro molto antico, fondato nel primo Medioevo dai monaci di Montecassino. Si parla di una località che sorge nei pressi di un lago chiuso da monti. Una realtà che per secoli ha costituito uno dei principali poli di approvvigionamento alimentare per l’Abbazia. Dopo l’epoca normanna, i signori di Venafro edificarono un castello. Si tratta del Vitecusum, attorno al quale venne fatto sorgere il paese. A cavallo tra le due guerre mondiali, Viticuso visse momenti poco felice. Nel 1915, il paese subì un terremoto. E nuovamente venne devastato durante il Secondo Conflitto Mondiale. Interessanti sono le feste rionali. Realizzate per valorizzare la storia del paese. Non solo vengono esposti al pubblico attrezzi agricoli e domestici di una volta. Ma vengono realizzate sagre di antichi piatti.

Viticuso Piatti Tradizione
abbout di agnello, piatto tipico della tradizione di Viticuso

Gli abbout’ di agnello

Gli abbout’ di agnello sono involtini di agnello da latte. Si tratta di un piatto tipico della tradizione culinaria di Viticuso. Oggi, l’area di produzione è la provincia di Isernia e la valle del Volturno. La preparazione è frutto di una particolare lavorazione. In cucina si aprono le budelline con le forbici e si mettono a bagno con sale e aceto. Poi il fegato viene tagliato a strisce sottili. Così si procede con il polmone, il cuore e la carne. A parte vengono preparati degli involtini con gli aromi. In seguito questi vengono avvolti con le budelline e cotti in acqua e olio, a fuoco lento. Si tratta di un lavoro che si faceva in casa. Oggi si sta perdendo questa tradizione. Perciò le feste rionali qui sono molto importanti. Esse ci permettono di dare memoria alle nostre tradizioni. Servono a fare in modo che piatti come questo non muoiano.

Balli e musiche della tradizione a Viticuso

In occasione del dell’evento del 30 Agosto a Viticuso, non ci sarà solo tradizione culinaria. Infatti è prevista la partecipazione di Radici Popolari. Si tratta di un gruppo musicale dalla Valle di Comino. In questa occasione, il gruppo, guidato da Lorenzo Rea, porterà danze tradizionali. Rea è un organettista di Broccostella che cura le musiche antiche. Ciò che piace al pubblico è il modo di reinterpretarle in chiave moderna. Stiamo parlando di un artista capace di far rinascere pizzica e tarantella.  La magia sta nell’attualizzare alcune espressività degli strumenti musicali e degli arrangiamenti. Il Saltarello, la Pizzica e la Tarantella nella notte di Viticuso. Proprio per queste ragioni, non si può immaginare una festa senza un’accompagnamento di questa musica e senza essere travolti dalla danza. Tutto questo sarà lo spettacolo di una notte di fine estate.

Angelo Franchitto

Autore: Angelo Franchitto

Laureato in Scienze dell’educazione e della formazione, mi occupo di scrivere articoli sociali. Impegnato nel campo del volontariato, scuola e formazione. Amo leggere giornali, riviste e libri di vario genere. Mi appassionano le serie televisive. Amo praticare le lingue. In particolare: Inglese, Francese e Spagnolo.
Viticuso: alla scoperta dei piccoli borghi d’Italia ultima modifica: 2019-08-28T09:00:00+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

To Top