Urlare? Con i figli è meglio dare regole - itCassino

itCassino

CONSIGLI UTILI VALORI

Urlare? Con i figli è meglio dare regole

Urlare Madre E Figlio

Cari mamme e papà, urlare ad un bambino non serve a nulla. Infatti, un genitore efficace sul piano educativo è qualcuno che non si abbandona alla rabbia. Certamente per nulla efficace è anche essere un genitore amicone dei figli. Capita spesso che questi genitori danno ai figli quella confidenza che ritirano violentemente alla prima occasione. Infine, urlare contro il proprio figlio è la conseguenza naturale di questi comportamenti tenuti dai genitori. Bisogna ricordare che urlare manca di una vera e propria strategia educativa. Ma è piuttosto una reazione emotiva esasperata. Dunque, meglio cercare una strada di miglior successo.

Urlare indica mancanza di autorità da parte dei genitori

Spesso leggiamo, o parliamo con genitori che sostengono che i ragazzi di oggi ascoltano poco e per nulla sono obbedienti. Dunque, per queste mamme e questi papà, urlare è l’unico modo per attirare l’attenzione dei figli. Ma ovviamente questa non è una strategia educativa efficace. Infatti, più probabilmente, questa mancanza di rispetto nasconde un passato fatto di concessioni e accondiscendenza. Soprattutto è bene iniziare a pensare che, le nuove generazioni sono sensibili ed intelligenti tanto quanto le precedenti. Semplicemente, imparano che l’autorità di genitori come degli insegnanti può essere ignorata. Ma ancora peggio, questo accade senza pensare alle conseguenze. Invece, i nostri ragazzi hanno bisogno di adulti forti. Cioè genitori e insegnanti fermi quando prendono posizione.

Urlare Tempo Per I Figli
Invece di urlare è meglio trascorrere del tempo insieme ai propri figli.

Semplicemente c’è il desiderio di mamme, papà e maestre che una volta presa una decisione non tornino indietro. Anche per spiegare meglio il concetto, i bambini hanno bisogno di regole. Infatti, per apprendere c’è bisogno di un sistema rigido. Così che quando concediamo loro qualcosa, lo facciamo sulla base del merito. Certamente viene più facile dare per amore o per compassione. Ma questo diventa dannoso per il bambino. Se mancano gli stimoli per capire quando fa bene qualcosa, il bambino non capisce nemmeno i suoi errori. Dunque, se in pedagogia diciamo che ai bambini non bisogna urlare, ma parlare, dobbiamo anche spiegare. Infatti, diciamo che è bene evitare le urla. Ma questo non significa evitare le regole e i divieti. Mentre è molto efficace impostare una strategia che è quella delle regole non negoziabili.

Ai figli bisogna dare regole giuste

Molti docenti lamentano una condotta scarsa da parte dei bambine e bambini in classe. Dunque è importante già in famiglia imparare che esistono regole sociali da rispettare. Vero, perché viviamo in una comunità e anche attraverso gli occhi di questa comunità che io cerco la conferma del mio valore. Soprattutto per i più piccoli, mamma e papà Per un bambino molto piccolo, sono la prima comunità. Ma, crescendo, allarga la sua cerchia a nonni, zii, cugini. Così, le regole diventano sempre più fondamentali. Ma, se inizia da piccolissimo, presto le fa sue. Non perché lo dicono mamma e papà, ma perché il bambino capisce che sono regole giuste. Semplicemente, il termine giuste sono regole di sicurezza. Si parla di quelle regole che sono universali. Per esempio dire che non deve mettere le dita nella presa.

Urlare Regole Sociali
Invece di urlare diamo regole, sono quelle che aiutano i bambini a relazionarsi con gli altri.

Quindi sono regole per la sicurezza fisica universali, che riguardano l’incolumità fisica. D’altra parte i danni fisici sono quelli che risaltano di più, perché sono facilmente visibili. Ma dobbiamo sapere che abbiamo anche delle regole che proteggono l’immagine di sé, l’autostima e la parte emotiva del bambino. Anche queste fanno parte delle regole giuste. Tra l’altro, molto importante è anche l’apprendimento implicito. Significa che il bambino impara qualcosa osservando e interagendo con l’ambiente. Per esempio, impara a parlare nella propria madrelingua o imparare a camminare. Cioè attività che il bambino fa senza l’intenzione specifica di imparare. Dunque, in famiglia è il luogo dove un bambino impara, in modo implicito, a comportarsi con gli altri.

Urlare? Con i figli è meglio dare regole ultima modifica: 2021-12-13T09:27:57+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Info importante!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x