I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

INTERVISTE PERSONAGGI

Vieri Lascialfari custode della storia di Silvanino

Vieri Lascialfari Foto Profilo

Cav. Vieri Lascialfari, custode della storia di Silvanino. Fonte foto: Fotocronache Germogli

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Il Cavaliere Vieri Lascialfari è custode dei ricordi della fattoria di Travalle. Proprio qui, infatti, la signora Beppina vive l’occupazione tedesca. Si tratta della seconda guerra mondiale e del 1944. Anche se la vicenda si svolge nella campagna Toscana, la città di Cassino è parte della storia. Infatti è nella città martire che il soldato tedesco Meri salva Silvanino. Vero è che oggi, il Signor Lascialfari racconta la struggente storia di questo bambino. In un clima di guerra, il soldato tedesco ama quel bambino come un padre. Ma c’è anche Beppina e il suo desiderio di riabbracciare Silvano.

La storia di Silvanino dalla Toscana arriva a Cassino

Vieri Lascialfari, durante il lockdown trascorrere del tempo ascoltando la storia del piccolo Silvanino dalla voce della signora Beppina. In quei giorni i due tornano indietro nel tempo. Soprattutto Lascialfari prende appunti. La donna novantenne ha una memoria ancora viva. Ugualmente la storia diventa sempre più reale. Infatti Lascialfari inizia a fare delle ricerche. Si tratta di ritornare a quei giorni del 1944. I contadini, vedono arrivare l’autocarro militare tedesco dal quale scendono nove militari. Mentre scaricano nell’aia munizioni, armi e derrate, ecco Silvanino. Il bambino indossa pantaloni corti e un berrettino rosso. La Beppina racconta del soldato Meri, è lui che si occupa del bambino. Semplicemente strano vedere quel piccolo italiano insieme a dei soldati tedeschi. 

Vieri Lascialfari Podere Fattoria Travalle
Podere Mulinuccio nella Fattoria di Travalle delle Marchesi Malvicini Fontana.

Grazie ai racconti di Beppina, Lascialfari vive quei giorni durante i quali la guarnigione nemica si stabilisce nel podere. Così i due hanno modo di conoscere Silvano e la sua storia. Si tratta di un periodo complicato ma è vero anche che la presenza del camion tedesco parcheggiato nel grande loggiato di fronte alla colonica, permette alla famiglia Rosi che così non subire saccheggio da parte degli altri militari delle SS in ritirata. Si tratta di una storia che chiama in causa anche la città di Cassino. Infatti il bambino è originario proprio della città distrutta dalle bombe alleate. Purtroppo però, a causa dei bombardamenti, la documentazione a Cassino è quasi tutta perduta.

Vieri Lascialfari spiega come l’amore vince sempre!

Si tratta di una storia gelosamente custodita nei ricordi della signora Beppina per quasi 80 anni. Ma la cosa bella è che oggi appassiona migliaia di persone a livello nazionale. Certamente si tratta di una notizia diffusa a livello nazionale sui giornali. Ma ciò che resta impresso in noi è l’amore che sempre trionfa. Amore, che scioglie il cuore, anche di soldati addestrati, incitati e talvolta costretti a vivere, fare e provocare la guerra. Ugualmente siamo toccati dalla sofferenza, lo strazio e dalle lacrime di un innocente bambino italiano, rimasto orfano durante l’ultima guerra. Ma sotto le macerie dell’Abbazia di Montecassino; quella smarrita fanciullezza fa breccia nel cuore del Soldato Meri e in quello dei suoi commilitoni. Ma tocca anche il cuore dei superiori. E così, anche l’odio e la cattiveria viene mitigata in un atto di grande umanità.

Vieri Lascialfari Racconto E Ricordi
Il Cav. Vieri Lascialfari racconta la storia della permanenza di Silvanino presso il Podere Mulinuccio, dove conosce la giovane Beppina.

Inoltre, la grande fede e lo spirito religioso del soldato Meri, come ricorda Beppina. Infatti la donna più volte ricorda quel soldato assorto in preghiera e partecipe alle funzioni religiose nella locale Chiesa di Santa Maria a Travalle. La fede autentica sicuramente avrà spronato ancor più il soldato in questo atto di doverosa carità. D’altra parte quel giovane tedesco, dai capelli biondi era un uomo desideroso di tornare nella sua patria tenendo per mano il piccolo Silvanino, desideroso di accompagnarlo nel cammino della vita. Questa storia insegna che anche durante le atroci ed inutili sofferenze della guerra: L’amore trionfa sempre!( Amor vincit omnia!)

Vieri Lascialfari custode della storia di Silvanino ultima modifica: 2020-11-03T10:35:42+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Commenti
To Top