Uscite alla scoperta del territorio con i bambini - itCassino

itCassino

LUOGHI DI RITROVO NATURA PAESAGGI

Uscite alla scoperta del territorio con i bambini

Uscite Gruppo Bambini

Le uscite previste dal progetto C.I.A.O. sono dirette dal lavoro delle ACLI di Frosinone e dalla Cooperativa Sociale Autentica che ha sede a Cassino. In modo particolare, il progetto propone di perseguire la promozione di percorsi di outdoor education attraverso la programmazione di uscite per promuovere la scoperta del territorio ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Allo stesso modo il progetto richiama l’attenzione delle famiglie. Per esempio, il grande successo delle iscrizioni conferma tale interesse. Dunque, le uscite sono pensate proprio come approccio al senso di responsabilità e di rispetto per l’ambiente.

Prime uscite per i bambini del progetto C.I.A.O.

Il progetto C.I.A.O. inizia il 3 settembre con la visita alla Riserva Naturale lago di Posta Fibreno. Le associazioni con gli educatori accompagnano i bambini alla scoperta di questa ricchezza naturale che abbiamo a pochi chilometri da Cassino e che fa parte del Sistema dei Parchi e della Riserve Naturali della Regione Lazio. La riserva è destinata alla conservazione, valorizzazione e razionale utilizzazione dell’ambiente. Ma anche allo sviluppo economico delle comunità locali interessate. Ugualmente, questo territorio è interamente parte del comune di Posta Fibreno. Soprattutto, è proprio il comune che ne ha la gestione. Si tratta di un paradiso verde in provincia di Frosinone. Dunque parliamo di un’area importante per l’ecosistema centro meridionale del Lazio. Copre un territorio che è quasi la metà dell’intero territorio comunale. 

Uscite Lago Di Posta Fibreno
Prime uscite con i bambini che scoprono la bellezza della natura grazie al progetto di outdoor education C.I.A.O. e il meraviglioso lago di Posta Fibreno

Inoltre, intorno ad esso, troviamo una serie di ambienti vari, ma collegati al sistema lacustre. Semplicemente incantevole vedere i bambini ammirare il fiume Fibreno e il Fosso di Carpello. Come anche il canneto e gran parte dei campi circostanti e tutta l’ampia zona collinare. Allo stesso modo, i piccoli scoprono l’enorme sorgente di acqua, fresca e cristallina, proveniente dai vicini monti della Marsica. Si tratta delle acque che danno vita al lago. Mentre, altri fattori ambientali, consentono alla fauna e alla flora locali di interagire. Qui troviamo aironi cenerini, falchi di palude, volpi, ed altri predatori. Particolarmente interessante è anche la visita del piccolo museo naturalistico etnografico. 

Alla scoperta della Ciociaria

Le uscite continuano il 6 settembre con la visita al Museo della Ferrovia ad Arce. Si tratta, per i bambini del Progetto C.I.A.O. di prendere parte alla mostra permanente della rappresentazione paesaggistica della Valle del Liri. Una bella occasione per promuovere la valorizzazione e la diffusione della conoscenza storica, sociale, economica legate al territorio di Arce. In particolare c’è la visita della ferrovia Roccasecca-Arce-Avezzano e della Valle del Liri. Mentre, al centro di questa esposizione, il museo mostra un grande plastico in scala. Si tratta di un’opera che riproduce la stazione e lo scalo ferroviario di Arce. Grazie a un simulatore di guida, quattro convogli, controllati da computer si alternano. Le simulazioni rappresentano alcuni tra i momenti più significativi della storia della linea. Poi la visita continua al museo Gente di Ciociaria

Uscite Museo
Prime uscite con il progetto C.I.A.O., i bambini scoprono il Museo “Gente di Ciociaria” e il museo sulla storia della ferrovia di Arce-Roccasecca-Avezzano.

Si tratta di un Museo demoantropologico dedicato alla comunità del Basso Lazio. Il museo di Arce è dedicato alla conoscenza delle condizioni di vita e lavoro della gente ciociara. Si parla di gente che vive la terra della Ciociaria, le colline del Basso Lazio e le vallate dei fiumi Sacco e Liri. Ma anche di coloro che migrano alla ricerca di lavoro fin verso le Paludi Pontine, la Campagna Romana e in tutte le Regioni confinanti. Questa ricerca colma il vuoto degli studi dedicati alla parte più umile e povera della popolazione ciociara. Cioè la realtà agro-pastorale. Infine la visita alla chiesa parrocchiale di Arce, dedicata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo. La chiesa domina con la sua maestosa mole e con le due torri gemelle. Ciascuna torre accoglie le statue bronzee di San Pietro e di San Paolo. 

Uscite alla scoperta del territorio con i bambini ultima modifica: 2021-09-09T09:29:50+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x