I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

COSA FACCIAMO

Tav a Cassino, un progetto per lo sviluppo del territorio

Tav Stazione Ferroviaria

Il progetto Tav a Cassino è un passaggio cruciale per lo sviluppo del territorio. Infatti l’idea di Alessio Carlino è di realizzare una petizione a sostegno del servizio di Alta Velocità a Cassino. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di riuscire a implementare il servizio ferroviario locale. D’altra parte, la stazione di Cassino uno dei bacini di affluenza più grandi del Sud Lazio.

Tav a Cassino per lo sviluppo locale

In tutta Italia abbiamo una Tav lungo oltre 650 chilometri. Ciò permette di percorrere grandi distanze in tempi brevi. Si tratta di linee di Alta Velocità, ma anche di Alta Capacità, italiane. Ugualmente, anche la stazione di Cassino costituisce oggi uno dei maggiori bacini di utenza del Sud Lazio. Il nostro è un centro particolarmente strategico dove poter investire. Ma la Tav è anche un lavoro che viene realizzato grazie a un programma in ambito comunitario. Dunque i piani di sviluppo riguardano una Rete Europea ad Alta Velocità. Tutto questo significa soprattutto modificare lo scenario della mobilità italiana. Ma anche a livello locale  si tratta di un’offerta di trasporto pubblico sempre più competitiva rispetto alle linee ferroviarie comuni. Inoltre la Tav utilizza tecnologie innovative in grado di assicurare la piena interoperabilità ferroviaria con gli altri Paesi. D’altra parte, rispetto alle altre esperienze europee, in Italia abbiamo adottato una formula originale.

Tav Stazione Tav A Cassino
Fonte immagine Sito internet alessiocarlino.it

Si tratta di una formula Alta Velocità/ Alta Capacità. Ugualmente Cassino, con le sue caratteristiche, può trovare soluzioni tecnologiche e di ingegneria. Tutto ciò significa consentire di migliorare il trasporto di tanti viaggiatori. Allo stesso tempo la Tav viene integrata con la ferrovia esistente a sostegno del territorio. Infatti, tra i principali vantaggi c’è l’aumento della capacità di tutto il sistema ferroviario locale. Ma si parla di:

  • creare itinerari specifici per le merci,
  • migliorare la mobilità nelle aree metropolitane,
  • aumento della velocità sui principali collegamenti.

Sicuramente questa estensione e la complessità del sistema AV/AC richiede la mobilitazione di un imponente sforzo a livello locale. Si tratta di un impegno nelle attività di progettazione. Mentre si lavora allo sviluppo e l’esercizio della nuova linea. Con tutti i vantaggi che è possibile ottenere da questo.

Ci vuole il buon senso

Per la tratta ferroviaria tra Roma e Napoli, che distano 204 km, è presente una linea Tav. D’altra parte mancano fermate e stazioni. Dunque è possibile pensare anche a un’area di fermata attrezzata. Soprattutto l’idea è di realizzare la fermata circa a metà strada. In questo modo è possibile evitare uno spostamento esagerato verso nord. Dunque evitare Ferentino che dista solo 66 km da Roma. Infatti è possibile notare come la distanza tra Roma e Cassino è già di 119 km. Allo stesso modo viene valutata anche la distanza tra Napoli e Cassino che è di 83 km. Infine va preso in considerazione anche il tempo di percorrenza della tratta normale tra Roma e Cassino che è di 3 ore. Dunque, già solo usando il buonsenso, la lettura di questi dati fa riflettere.

Tav Geolocaizzazione
Fonte immagine Sito internet alessiocarlino.it

Secondo Alessio Carlino, realizzare una stazione Tav nella zona del cassinate è un’idea vincente in termini di copertura del servizio dei trasporti ferroviari nel Sud Lazio. Si tratta di buon senso. Ma c’è anche l’opportunità di firmare la petizione lanciata da Carlino. Un modo per sostenere il progetto Tav a Cassino.

Tav a Cassino, un progetto per lo sviluppo del territorio ultima modifica: 2020-06-04T09:00:00+02:00 da Angelo Franchitto
To Top