CULTURA STORIA

Conoscere Cassino città di cultura, storia e di sport

Stemma della città di Cassino

Raffigurazione dello stemma della città

Cassino è uno dei comuni italiani del Sud Lazio, a metà strada tra la capitale Roma ed il capoluogo campano Napoli. Con i suoi 36 497 abitanti (dati Istat 2018), è la seconda città della provincia di Frosinone per numero di abitanti. La città si sviluppa ai piedi del colle su cui sorge la celebre Abbazia di Montecassino.
Luogo storicamente strategico per le comunicazioni tra il centro e il sud d’Italia, Cassino è stata per secoli il centro amministrativo della Terra di San Benedetto. Nota anche come Città Martire, venne distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e ricostruita nel dopoguerra.

Le origini del nome

Il nome Cassino è il risultato di una serie di vicissitudini storiche.
L’attuale nome riprende quello del periodo romano Casinum. Lo studioso romano Marco Terenzio Varrone, che proprio qui ebbe una sontuosa villa, fa derivare il toponimo Casinum da una parola di origine sabina: “Cascum” o “Casnar”, che significa “vecchio”. Una spiegazione che però non soddisfa i linguisti, ma che tuttavia ha avuto molto successo, tanto che tutt’oggi viene generalmente ritenuta veritiera.
In seguito alla caduta dell’Impero Romano, il nome fu cambiato in S. Germano. Forse per la donazione di una reliquia del santo da parte di Ludovico II all’abbazia benedettina. Tale nome restò in vigore fino al 1863, quando, con un decreto, il re Vittorio Emanuele II restituì alla città l’antico nome di Casinum, modificandolo, però, in Cassino.

Università e luoghi di cultura

Cassino era già in epoca romana un florido centro culturale.
Grazie al monastero benedettino, Cassino divenne un vero e proprio faro per la cultura europea nel Medioevo.
Nel Novecento si ebbero diversi intellettuali, scrittori e poeti cassinati, che si distinsero nel panorama nazionale.
Nuovo impulso è stato dato dall’istituzione dell’Università, con lo scopo di proseguire la tradizione portata avanti nei secoli da Montecassino.
Dal 1979 l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale è tra gli atenei di media dimensione e conta cinque facoltà e circa 12.000 iscritti provenienti,anche da Campania e Molise.
A livello di cultura, nel dopoguerra fu realizzato, da parte di privati, il “Cinema Teatro Arcobaleno”, chiuso agli inizi degli anni ottanta.
Solo nel 2008, finalmente ha un nuovo Teatro Manzoni con anche funzione di cinema dopo la chiusura del Rapido.

Città Cassino - Raffigurazione immagine S. Benedetto

San Benedetto patrono di Cassino

Il Santo patrono

San Benedetto da Norcia, padre della prima comunità monastica della storia del Cristianesimo, giunto nei pressi di Casinum fondò l’ordine dei benedettini. Ben presto il messaggio benedettino si fece largo in tutto il mondo. Questa premessa ci aiuta a capire come mai Cassino sia tanto affezionato al proprio Santo Patrono. La festa del Santo patrono cade con l’inizio della Primavera, il 21 marzo. Come vuole la tradizione, la festa viene anticipata da una decina di giorni di iniziative culturali, un Corteo Storico e riti religiosi. In occasione delle festività in onore di San Benedetto, ogni anno viene organizzata una sfilata di abiti d’epoca del Corteo Storico “Terra Sancti Benedicti. Si tratta di una passerella di figuranti in costumi storici che rappresentano figure di particolare rilievo della vita del tempo proponendo, il più fedelmente possibile, un abbigliamento medioevale.

Sport praticati nella città di Cassino

Cassino città di sport

Sport

Cassino è una città che ama lo sport e quello più seguito è il calcio. L’Associazione Sportiva Dilettantistica Cassino Calcio 1924, è la squadra di calcio di Cassino il cui colore sociale è l’azzurro. Le partite interne vengono disputate nello Stadio Gino Salveti, intitolato all’omonimo scrittore e poeta cassinate. Dalla stagione 2017-2018 la squadra milita in Serie D. Molto sentita è anche la passione per il Basket dove la città viene rappresentata dalla società Virtus Cassino, i cui colori sociali sono il rosso e blu. Una squadra che milita in serie A2.
Ma Cassino è anche Rugby, uno sport minore in Italia. Tanti sono i giovani e giovanissimi che in questi anni hanno conosciuto questo sport grazie ai Briganti Cassino. La società dai colori bianco e verde si propone per promuovere con lo sport valori di benessere, socializzazione e crescita.

Angelo Franchitto

Autore: Angelo Franchitto

Laureato in Scienze dell’educazione e della formazione, da 5 anni mi occupo di scrivere articoli sociali, sono impegnato nel campo del volontariato, scuola e formazione.
Gestisco una pagina social su Facebook nella quale parlo del volontariato a Cassino, giovani, iniziative sociali, Servizio Civile.
Grazie a itCassino desidero ampliare i miei canali di comunicazione e parlare della realtà sociale, culturale e storica del mio territorio.

Conoscere Cassino città di cultura, storia e di sport ultima modifica: 2019-03-26T09:30:55+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

To Top