Ospedale Covid free fa ben sperare per il futuro della città - itCassino

itCassino

NEWS VALORI

Ospedale Covid free fa ben sperare per il futuro della città

Ospedale Covid Free Cuore

Finalmente il Santa Scolastica di Cassino è ospedale Covid free. Dopo che gli ultimi due pazienti ricoverati lasciano la terapia intensiva, il reparto resta libero. Vero che uno è stato dimesso e torna a casa, l’altro lascia il reparto per trascorrere alcuni giorni nel reparto di medicina. Ma, adesso dobbiamo portare a termine la campagna vaccinale. Ugualmente, la Direzione della ASL ringrazia tutti i professionisti del nostro ospedale per l’ottimo lavoro di questi mesi. Un ringraziamento speciale per i professionisti di Malattie infettive dello Spaziani di Frosinone che continuano a ricevere i pazienti Covid da tutta la provincia. 

Terapia intensiva chiusa e ospedale covid free, migliorano le condizioni di salute dei cittadini

Il risultato di Cassino non è l’unico. Infatti, a parlare sono i numeri. Finalmente chiudono le terapie intensive. Anche gli esperti lo confermano. Mentre le terapie intensive si svuotano, nuovi dati ci raccontano la realtà e in quale direzione andiamo. Infatti, se il Santa Scolastica chiude la terapia intensiva, ancora abbiamo ricoveri per Covid. Soprattutto, i nuovi ingressi sono persone non vaccinate. Semplicemente stiamo verificando come i vaccini sono realmente in grado di proteggere dalla malattia grave. Infatti, solo due mesi fa, nel mese di aprile, le sale rianimazioni viaggiano al di sopra della soglia delle 3.000 unità. l’Italia vede i suoi reparti ospedalieri sotto pressione. 

Ospedale Covid Free Reparto Vuoto

Particolarmente difficile è avere costantemente la soglia-limite e rischiare un nuovo lockdown in tutta Italia. Mentre oggi i ricoveri sono sempre meno e continuano a scendere. Soprattutto grazie all’aiuto della campagna vaccinale riusciamo a vedere una luce in fondo al tunnel. Ma l’uscita è ancora lontana, vietato abbassare la guardia. Se ora l’ospedale può tornare a lavorare in serenità, dobbiamo pensare che in autunno non vogliamo riaprire una nuova terapia intensiva per il Covid. Ugualmente, mentre celebriamo il nostro ospedale Covid free, abbiamo anche delle responsabilità. Infatti, siamo una regione bianca, con poche restrizioni. Ma proprio questi sono i motivi per cui dobbiamo ragionare sul rispetto delle regole. D’altra parte, abbiamo l’esempio della Gran Bretagna. La crescita esponenziale dei nuovi contagi dovuti alla variante delta. Questo insegna come, ancora oggi dobbiamo fare attenzione. I nostri comportamenti sono determinanti per la lotta alla pandemia.

Le varianti restano il pericolo numero uno

In questo periodo di chiusura delle camere intensive a far paura è la variante Delta del Coronavirus. Come vediamo in Gran Bretagna, questa mutazione trovata per la prima volta in India è molto contagiosa. Dunque ora che i contagi da Covid-19 calano, dobbiamo mantenere la guardia sempre molto alta. Sicuramente, le notizie che abbiamo dalla rivista Lancet contribuiscono a rappresentare un quadro della situazione. Vero è che il rischio di ricovero in ospedale per la variante Delta è quasi doppio rispetto a quello della variante Alfa, o variante inglese. Ma sappiamo che due dosi di vaccino forniscono comunque una protezione contro queste varianti. Certamente la protezione è inferiore per la delta rispetto a quella contro la variante inglese. 

Ospedale Covid Free Varianti

Secondo i dati degli esperti, la variante indiana è la forma predominante di Coronavirus circolante oggi nel Regno Unito. Allo stesso tempo si tratta di una variante del 60% più contagiosa di quella inglese. Quindi, in previsione dell’autunno è importante il contributo dei vaccini. Per esempio, sappiamo che il vaccino Pfizer-BioNTech contro questa variante ha una protezione del 79%. Invece, la copertura funziona al 92% contro la variante inglese. Mentre, il vaccino Oxford-AstraZeneca, risulta avere una protezione del 60% contro le infezioni dovute alla variante indiana, e del 73% per quella inglese. Si tratta di una situazione che invita a fare attenzione, bisogna essere responsabili e usare le misure di sicurezza. Si va dal distanziamento fisico, all’uso della mascherina. Ugualmente bisogna evitare gli assembramenti anche nei luoghi pubblici. Intanto siamo soddisfatti di avere un ospedale Covid free come punto di partenza per la gestione della pandemia.

Ospedale Covid free fa ben sperare per il futuro della città ultima modifica: 2021-06-21T09:32:30+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x