I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

MONUMENTI

Montecassino simbolo e storia di una città

Abbazia Montecassino Ingresso

L’abbazia di Montecassino rappresenta la città di Cassino, la sua storia, ma anche il legame dell’Italia con la cultura europea.
Fondata all’anno 529 d.C. ad opera di San Benedetto da Norcia, che sul rilievo di Montecassino costruì il proprio primo monastero. Qui si ha la nascita dell’ordine benedettino. L’abbazia è storicamente conosciuta perché, Nel marzo del 960, a seguito della contesa per la proprietà di alcune terre un possidente laico denunciò il monastero. Per l’emanazione della sentenza, i giudici hanno preferito scrivere in lingua volgare il documento detto “Placito capuano“.

Montecassino - Statua di S. Benedetto

Statua di S. Benedetto, Fonte: http://tabernacoli.blogspot.com

Dalla sua fondazione al Medioevo

San Benedetto e sua sorella gemella Santa Scolastica nacquero a Norcia nel quinto secolo.
Una volta raggiunti gli studi superiori, San Benedetto abbandonò gli studi a Roma per seguire una vita spirituale.
Nel 577, pochi anni dopo la sua nascita, l’Abbazia di Monteccasino cominciò a subire le prime invasioni distruttive come quella dei Longobardi. I monaci abbandonarono l’abbazia e cercarono rifugio presso la città di Roma, portando con loro le spoglie di San Benedetto. Dal 643 i monaci trovarono ospitalità in vari monasteri ed abbazie in Italia ed in Europa diffondendo il messaggio del santo di Norcia e accrescendo le comunità benedettine. Dopo la ricostruzione, l’abbazia venne distrutta una seconda volta dai Saraceni nel 883.
Distrutta da un terremoto nel 1349, l’abbazia venne ricostruita nuovamente modificandone l’aspetto e arricchendolo di decorazioni pittoriche di numerosi artisti. Ma per l’Abbazia di Montecassino non mancherà un’ultima distruzione.

Bombardamento Abbazia Montecassino

Bombardamenti a Montecassino, Fonte: Associazione Linea Gustav, Cassino (FR)

La battaglia di Cassino

La battaglia di Cassino, fu la serie di duri combattimenti svoltisi tra il gennaio e il maggio 1944 tra le forze alleate e quelle tedesche.
Il teatro delle operazioni era la città di Cassino che si trovava sulla linea Gustav, punto strategico per l’accesso alla valle del Liri e all’abbazia di Montecassino che sovrastava la valle, permettendo un miglior controllo dei movimenti delle truppe nemiche. La valle era l’unica via d’accesso agevole per le colonne di uomini e mezzi alleati in avanzata verso la capitale. Era quindi da difendere a tutti i costi dai tedeschi.
Il 18 febbraio del 1944, verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, un potente attacco delle forze alleate rase al suolo l’abbazia.
Quasi nulla rimase intatto da quel bombardamento aereo ma come per miracolo solo la statua di San Benedetto uscì indenne. Straordiariamente la statua fu ritrovata in piedi.

Podio Montecassino Girod'Italia 2014

Podio 6a tappa Giro d’Italia 2014 a Montecassino, Fonte: gazzetta.it

Il Giro d’Italia 2014

L’Abbazia di Montecassino, nell’età contemporanea, ha mantenuto il suo fascino restando sinonimo di cultura, arte e religione, legando il suo fascino e la sua storia ad un evento sportivo importante come il Giro d’Italia.
Il 15 maggio del 2014, per la prima volta nella storia l’abbazia diventa protagonista anche nello sport. In questo giorno, il Giro d’Italia ha il suo arrivo di tappa a Montecassino.
La tappa quell’anno è la seconda più lunga del Giro, da Sassano a Montecassino. Migliaia di persone in strada furono uno spettacolo per la città di Cassino e la sua celebre Abbazia grazie a una diretta televisiva con 174 nazioni collegate. Il traguardo fu previsto a pochi metri da l’ingresso del monastero. Un arrivo davvero suggestivo ed emozionante quello scelto dal direttore tecnico del Giro. La risposta del pubblico è stata eccezionale per una delle tappe più attese della corsa rosa.
Quel giorno fu l’australiano Michael Matthews (23 anni all’ora), in maglia rosa, a trionfare.

Montecassino simbolo e storia di una città ultima modifica: 2019-02-26T14:11:57+01:00 da Angelo Franchitto
To Top