I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

LUOGHI DI RITROVO NATURA

Il progetto Storm Tracks per ripartire da natura e sport

Storm Tracks Ispezione

Fonte foto: Pasquale Pinna

A Cassino nasce il progetto Storm tracks, un museo nella natura. Si tratta di un’idea particolare che l’attivista Pasquale Pinna propone per valorizzare i sentieri di Montecassino. Infatti, salendo verso il monastero benedettino troviamo sentieri che raccontano la storia Romana, Benedettina e bellica della città. Il progetto vuole recuperare tutta questa zona grazie a dei percorsi naturalistici. Si parla di un Parco Sportivo Naturalistico Culturale. D’altra parte, questa è anche l’occasione di riscoprire luoghi abbandonati. Luoghi che sono meta di turismo locale e punti ideali per gli amanti della storia e dello sport.

L’idea di Pasquale Pinna

Pasquale Pinna contatta il Parco dei Monti Aurunci e l’assessore comunale competente per fare un sopralluogo e verificare la presenza di un percorso dimenticato tra i sentieri di Montecassino. Dunque la proposta da subito è quella di realizzare una pista da downhill. Si tratta di una pista che i riders possono affrontare dopo essere saliti con navette o pedalando. Allo stesso tempo questo progetto vuol dire presenza di turisti e appassionati di sport da tutta Italia. Si parla di un progetto per tutto l’anno, perché a differenza dei Bike Park sulle dolomiti, a Cassino è assente la stagione delle nevi. Dunque questa condizione permette di praticare questo sport in montagna anche nei mesi invernali. Conseguentemente si ha una ripercussione positiva su tutto l’indotto turistico per tutto l’anno. Significa lavoro per le guide turistiche e per tutti coloro che sono in grado di inventare e proporre attività da svolgere in zona.

Storm Tracks Sentiero Sopra La Rocca
Fonte foto: Pasquale Pinna. Panoramica della Rocca Janula e della città di Cassino viste da un nuovo sentiero appena scoperto su Montecassino.

Per esempio pensiamo ai contest fotografici, ai raduni e alle manifestazioni per gare sportive. Ugualmente, abbiamo diverse associazioni del territorio come ambientalisti ed esperti di storia locale che sono interessate. Infine, dopo molti contatti, Pasquale Pinna è assolutamente certo del successo del progetto Storm tracks. Si tratta di un’idea vincente per il territorio.

Il progetto Storm Tracks coinvolge tutti gli enti cittadini

Il progetto parte dal coinvolgimento di enti come l’università, le scuole e le associazioni sul territorio. Si tratta di creare un gruppo di studio e nel tempo realizzare delle mulattiere aperte dove vengono posizionati dei totem che raccontano tappa per tappa nei vari punti i periodi storici e gli avvenimenti. Infatti Cassino è ricca di storia, ma poco valorizzata. Grazie a Pinna possiamo pensare degli eventi per mettere quei sentieri sconosciuti al centro del progetto di sostenibilità del territorio. Pinna parla dell’importanza di proporre una rivalutazione di questo territorio. Ugualmente è importante riportare alla luce la parte naturalistica della città. Soprattutto, la cosa più importante, è che da subito viene data disponibilità da parte del Parco degli Aurunci ed il Comune di Cassino.

Storm Tracks Sentieri E Selfie
Fonte foto: Pasquale Pinna. Selfie di Pasquale Pinna con alcuni colleghi durante un’esplorazione del nuovo sentiero scoperto a Montecassino.

Mentre, per realizzare al meglio il progetto Storm tracks, è importante la collaborazione di tutti. Particolarmente incisiva ai fini della riuscita del progetto è l’aspetto delle risorse economiche. Infatti possiamo a una collaborazione da parte degli imprenditori  in qualità di sponsor. Ma anche cercare fondi attraverso una campagna di crowdfunding. Si tratta di introiti che hanno il fine di realizzare le necessarie bonifiche per tutto il percorso. Concludendo, con una adeguata segnaletica diventa semplice guidare i visitatori attraverso la storia come in un grande museo verde a cielo aperto. Si tratta di un sogno enorme, ma per Pinna è un sogno che possiamo realizzare. Inoltre è qualcosa che giova a tutta la città.

Storm Tracks ma anche scoperta di un nuovo sentiero di montagna

Grazie a passeggiate di ricerca, escursioni e tracciatura dei sentieri per Montecassino, Pinna scopre un sentiero inesplorato. A seguito di questa sua scoperta, Pasquale Pinna è determinato a riportare alla luce questo sentiero reso invisibile dalla vegetazione. A seguito della sua scoperta, Pinna si rivolge al CAI (Club Alpino Italiano), al fine di tracciare il sentiero in maniera ufficiale. Dunque è in programma una possibile mappatura e segnatura del sentiero che contiene anche una cisterna romana, un cippo di confine e panorami paesaggistici magnifici ed unici. Si tratta di un lavoro che aiuta a scoprire le bellezze naturali e storiche custodite dalla nostra terra.

Storm Tracks Selfie Gruppo
Fonte foto: Pasquale Pinna. Selfie di gruppo lungo un sentiero di montagna a Montecassino.

Grazie a Pasquale Pinna, oggi abbiamo questo nuovo sentiero con tutte le sue meraviglie ancora inesplorate. Ma un grazie va anche alla Commissione Sentieristica CAI, sezione Cassino. Infatti, c’è grande sinergia in questo lavoro per la valorizzazione del nostro splendido territorio. Un modo anche per i giovani di apprezzare ciò che abbiamo. Inoltre riscopriamo il valore delle escursioni e del legame uomo- natura.

Il progetto Storm Tracks per ripartire da natura e sport ultima modifica: 2021-01-13T10:00:24+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Commenti
To Top