I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

CULTURA EVENTI

Donato Ogliari abate di Montecassino riceve la laurea in Romania

Donato Ogliari Laurea

Fonte immagine Pixabay

Il 31 gennaio Donato Ogliari abate ordinario di Montecassino ad Arad in Romania riceve la laurea Honoris Causa. Presso la Facoltà di Scienze Umanistiche e Sociali dell’università Vest Vasile Goldis si è svolta la cerimonia per il conferimento della laurea all’abate cassinate. Un momento di grande orgoglio anche per la città di Cassino.

Donato Ogliari e la sua formazione come uomo di Chiesa

Da giovane Ogliari studia presso l’Istituto missioni Consolata. Allo stesso modo segue un percorso formativo per diventare sacerdote. Dopo la maturità classica, frequenta per due anni la facoltà di filosofia a Torino. Successivamente, per tre anni studia teologia a Londra. Sempre qui ottiene il diploma di Master of Arts in scienze religiose e il baccalaureato in teologia. Nel 1978 inizia la professione presso la Certosa di Pesio. Come sacerdote è membro dei Missionari dell’Istituto della Consolata. Successivamente, nel 1982 viene ordinato presbitero. Allora prosegue gli studi presso la Katholieke Universiteit Leuven dove ottiene il baccalaureato in filosofia e il dottorato in teologia.

Donato Ogliari Papa Francesco
Dom Donato Ogliari è stato nominato da papa Francesco come 192mo abate di Montecassino. Fonte foto Wikipedia Casa Rosada (Argentina Presidency of the Nation) licenza: CC BY-SA 2.0

D’altra parte, quando nel 1987 entra nell’abbazia di Praglia, provincia di Padova, inizia una vita monastica. L’anno dopo passa all’abbazia della Madonna della Scala di Noci, in provincia di Bari. D’altra parte nell’abbazia Ogliari ricopre l’incarico di direttore editoriale della rivista “La Scala”, che segue dal 1990 al 2014. Allo stesso modo ricopre l’incarico di maestro dei novizi, dal 1993 al 1999. Ugualmente è priore amministratore, dal 2004 al 2006. Infine, nel 2006 è eletto abate della medesima comunità pugliese.

Donato Ogliari diventa abate di Montecassino

Il 23 ottobre 2014 papa Francesco nomina Donato Ogliari abate ordinario di Montecassino. Ogliari diventa il 192mo successore di San Benedetto. D’altra parte il territorio dell’abbazia di Montecassino è ristretto agli edifici monastici e alle loro dirette pertinenze. Come abate, Ogliari succede a Pietro Vittorelli. La sua missione è però quella di dare a Montecassino una rinascita dopo il precedente periodo di decadenza. Il nuovo abate si insedia il 22 novembre 2014, nella cattedrale di Santa Maria Assunta e San Benedetto abate. Difatti, con le celebrazioni per la sua nomina, Ogliari inizia il suo ministero nell’abbazia di Cassino. Infine l’abate si distingue per il suo attivismo letterario. Scrive di suo pugno alcuni libri e numerosi articoli.

Il valore della Regola benedettina

In realtà l’abate Ogliari si è fatto portavoce della parola di San Benedetto anche con un audiolibro. Infatti, per la prima volta nella storia “La Regola di San Benedetto” è pubblicata in versione audiolibro. La Regola viene letta dalla voce del Padre Abate. Si parla di un’opera straordinaria registrata eccezionalmente nell’Abbazia di Montecassino. San Benedetto è uno degli uomini che maggiormente si distinguono nella storia della Chiesa.

Donato Ogliari S Benedetto
L’abate Donato Origliani legge la Regola di San Benedetto in un audiolibro. Fonte foto Wikipedia licenza: CC BY-SA 3.0

A San Benedetto, fondatore dell’Abbazia di Montecassino e dell’Ordine dei Benedettini, vengono anche attribuiti molti miracoli. San Gregorio Magno sostiene anche che il miracolo più importante e duraturo è stata la stesura della sua Regola. Si parla di un’opera che nel suo complesso incoraggia l’amore, la preghiera, il lavoro, il rispetto, la castità, la moderazione e la comunione. Soprattutto bisogna pensare che si tratta di uno dei testi fondamentali del Cristianesimo.

Donato Ogliari abate di Montecassino riceve la laurea in Romania ultima modifica: 2020-02-03T09:00:00+01:00 da Angelo Franchitto
To Top