I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

CHIESE TRADIZIONI

La città di Cassino ed il suo legame con la Chiesa Madre

Chiesa Madre - Madonna Assunta in processione

Processione dei fedeli nel giorno della Madonna Assunta in cielo

La Chiesa Madre è un luogo di grande devozione per la popolazione cassinate ed è anche “la casa” della Madonna SS.ma Assunta. Si tratta di una statua della Vergine circondata di angeli, alla quale la città di Cassino è molto legata da una lunga tradizione storica e religiosa. La Madonna, raccontano gli anziani, ha salvato la città dalla malaria alla fine della seconda guerra mondiale.
Ancora oggi ci sono cassinati che vivono all’estero e che tornano a Cassino per celebrare la Madonna.

Chiesa Madre casa della Madonna dell'Assunta

Chiesa Madre di Cassino

Le celebrazioni religiose dedicate alla Madonna

L’8 luglio è occasione per portare la statua della Madonna SS.ma Assunta in processione, in ricordo della miracolosa fine dell’epidemia di malaria a Cassino.
Dopo la processione, la statua della Madonna, compie il “suo” pellegrinaggio per le parrocchie della città con celebrazioni eucaristiche. Qui, i parroci non mancano di ringraziare La Vergine per la misericordia avuta verso tutto il popolo di Cassino dalle difficoltà e sofferenze patite.
Il 14 di agosto, ci si riunisce per la tradizionale processione e ci si riunisce nello spiazzale accanto la Chiesa Madre dove si vive tutti insieme il ricordo dell’Assunzione in cielo di Maria Madre di Dio.
Viene celebrato l’incontro della Madonna con il bambino Gesù, al quale si dedica il momento dell’inchinata. La statua della Vergine s’inchina per tre volte al Santo Bambino. Segue l’incoronazione della statua della Madonna SS.ma Assunta da parte del Vescovo.

La Chiesa Madre

La Chiesa Madre nasce alla fine del 1700 ad opera dell’abate Poto.
L’abate desiderava una piccola chiesa da dedicare a S. Benedetto e La struttura servì soprattutto per sostenere i Monaci benedettini quando, impegnati per le loro missioni evangeliche non riuscivano a tornare al Monastero e dovevano restare a dimore a valle.
Con l’abate Gisulfo la costruzione venne ampliata per realizzare un nuovo monastero denominato Monasterium Maius (maggiore), che divenne il centro della vita amministrativa e religiosa nella Terra Sancti Benedicti.
La Chiesa Madre venne letteralmente polverizzata durante i bombardamenti dell’ultima guerra, mentre l’edificio che vediamo oggi è stato costruito su l’area dell’edificio originale. La nuova costruzione, pur rispettandone le dimensioni originarie, dona alla Chiesa un carattere moderno che però non sfigura nel quadro della nuova Cassino, priva oramai di edifici a carattere storico, salvo quelli che si troviamo nella zona archeologica romana dell’antica Casinum.

Chiesa Madre Ingresso alla chiesa

Ingresso alla Chiesa Madre

Cattedrale di Cassino e Porta Santa per il Giubileo

L’importanza della Chiesa aumenta nel 2014 quando, a seguito delle dimissioni dell’abate di Montecassino, dom Pietro Vittorelli, finisce l’indipendenza della diocesi di Cassino.
Papa Francesco, attraverso un motu proprio spoglia l’abbazia benedettina della potestà diocesana.
Le parrocchie, i fedeli, il clero ed i seminaristi si vedono assegnati sotto la giurisdizione della diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo.
La chiesa legittimata con il titolo di Cattedrale è quella di Santa Maria Assunta in Sora, sede della cattedra del Vescovo. Alle già presenti con-cattedrali di Aquino e Pontecorvo, si aggiunge Cassino, che nel luglio 2018 viene annunciata la notizia dell’avvenuta proclamazione della Chiesa Madre a co-cattedrale.
La scissione tra abbazia di Montecassino e diocesi di Cassino ha portato anche ad un’altra importante conseguenza nel 2016. Nell’anno del Giubileo della misericordia, la Porta Santa non fu quella dell’Abbazia, ma quella della Chiesa Madre.

La città di Cassino ed il suo legame con la Chiesa Madre ultima modifica: 2019-03-22T10:00:35+01:00 da Angelo Franchitto
To Top