itCassino

LUOGHI DI RITROVO VALORI

Palazzo della cultura e bibliocaffè: nuove idee per Cassino

Palazzo Della Cultura Struttura

Ultimo sopralluogo al Palazzo della Cultura mentre cominciano anche i primi allestimenti per il Bibliocaffè. Nel centro Cassino terminano i lavori nel palazzo. Inizia a nascere uno spazio dedicato alla biblioteca. Semplicemente soddisfatto Danilo Grossi, assessore comunale alla Cultura. Si tratta di recuperare un bene confiscato alla criminalità. Così il palazzo diventa un bene per tutta Cassino. Si parla di questo spazio come il nuovo cuore pulsante della cultura in città. Tutto questo grazie ai finanziamenti della regione Lazio e al lavoro dell’amministrazione comunale. Adesso è il momento di rendere la struttura a misura di cittadino.

Un Bibliocaffè nel palazzo della cultura a Cassino

Il Palazzo della cultura a Cassino ha un suo Bibliocaffè, uno spazio polifunzionale per eventi, sala studio, WIFI, sala lettura e sala dove poter realizzare incontri di interesse per la cittadinanza. D’altra parte è un luogo di ristoro e progettato per promuovere incontri. Inoltre, questo tipo di spazi da sempre accompagnano la creatività degli artisti. D’altronde sono aree di aggregazione per le persone. Anche se la pandemia da Covid-19 ha bloccato per mesi queste situazioni. Ma, pensiamo a superare questa difficoltà per tornare a stimolare il confronto tra le persone. Infatti, solo se le persone stanno insieme riescono a promuovere la diffusione delle proprie idee. 

Palazzo Della Cultura Socializzare
Il palazzo della cultura offre l’esperienza del bibliocaffè, uno spazio in cui favorire l’esperienze di socializzazione e aggregazione.

Dunque, il caffè vuole essere, all’interno del caffè letterario della biblioteca cittadina, un elemento di cerniera. Bisogna che questo spazio unisca tutte le attività commerciali e culturali che qui operano, esercitano le proprie attività. Proprio in questa logica, il rapporto con il palazzo della cultura supera quello con una libreria. Infatti qui i libri si consultano seduti in un divano, ma con un luogo dove gli elementi di design vengono usati anche in modo da promuovere incontri, contenuti e dibattiti. Quindi, lo spazio è qualcosa di fondamentale per promuovere la coesione sociale. Proprio per queste ragioni, l’area del Terzo settore svolge un ruolo fondamentale. Infatti, le associazioni di volontariato garantiscono continuità di servizi, e sviluppando nuove soluzioni per i cittadini, soprattutto in aiuto alle persone più fragili. Così, questo diventa uno spazio in cui le associazioni di volontariato sono accolte. Qui diventano promotori di nuove azioni sul territorio.

Il contributo del mondo dell’associazionismo

Sono anni che in Italia abbiamo associazioni attive che, lavorano sul campo e, esercitano un’intensa attività di lobbying. Anche a Cassino, associazioni e volontari desiderano dare il loro contribuito per costruire un modello virtuoso di riutilizzo sociale dei beni mafiosi. Dunque, il palazzo della cultura diventa simbolo di questa filosofia sociale. Allo stesso tempo, quello che è un bene confiscato alla mafia oggi è un bene per la città. Infatti, da simbolo del crimine e del sopruso, il palazzo diventa presidio di legalità. Ma è anche testimonianza di un modello di crescita in grado di fare economia sociale. Soprattutto è un modo per restituire alla comunità ciò che la malavita toglie. In fine è qualcosa che il Comune investe nello sviluppo sostenibile. 

Palazzo Della Cultura Spazio Condiviso
Il palazzo della cultura diventa uno spazio condiviso dove le associazioni del Terzo settore possono realizzare progetti per la comunità locale.

Si parla di qualcosa di più che un semplice progetto. Meglio parlare di una rifondazione della coscienza civile. Si tratta di un percorso da fare in rete con gli altri. Anche per ricostruire quella fiducia smarrita. Sicuramente, almeno a livello nazionale, il riutilizzo sociale di beni confiscati alla mafia ha una storia più che ventennale. Sempre in costante crescita e sviluppo. Anche nella nostra città c’è il desiderio di seguire il modello di riutilizzo dei beni sequestrati alla mafia. Si tratta di scommettere sulle azioni civiche. In particolare sulle attività delle associazioni che operano sul territorio. Dunque, le attività sociali di riconversione del sito si caratterizzano per la specificità delle attività e della gestione che parte dal basso.  

Palazzo della cultura e bibliocaffè: nuove idee per Cassino ultima modifica: 2021-09-28T09:32:45+02:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x