I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

ITINERARI TRADIZIONI USI E COSTUMI

Arpino: Visita e scopri l’antica terra del grande Cicerone

Comune Di Arpino

Panoramica di Arpino

Arpino è un piccolissimo comune antico e caratteristico facile da raggiungere da Cassino. E’ l’ideale per coloro che vogliono sfuggire dall’aria soffocante ed inquinata della città. Arpino sorge su un sistema collinare sul versante sinistro della Media Valle del Liri. Man mano che ci si avvicina alla cittadina è possibile ammirare anche il Castello di Ladislao con la chiesetta della Madonna di Loreto. Il territorio arpinate è ideale per l’agricoltura ma è anche ricco di boschi e di natura intatta. Il centro storico è sovrastato dalla splendida Acropoli di Civitavecchia. Cuore antico di Arpino e chiusa dalle maestose mura megalitiche. Là si erge, con la sua mole severa, la Torre di Cicerone. Infatti è proprio qui che il grande oratore ha avuto i suoi natali. Da Arpino è possibile raggiungere agevolmente il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise la Riserva Naturale del Lago di Posta Fibreno, l’Abbazia di Casamari, l’Abbazia di Montecassino.

Arpino Gonfalone

Una delle competizioni in abiti ciociari del Gonfalone di Arpino

Il Gonfalone di Arpino

Il Gonfalone è una manifestazione folkloristica con una lunga tradizione secolare. Ogni anno vi partecipano i quartieri e le contrade di Arpino per valorizzare le tradizioni, gli usi e  costumi della terra ciociara. Il palio della terra di Cicerone rappresenta per Arpino un mezzo di promozione turistica notevole, per far conoscere il grande patrimonio storico e artistico locale. Il Gonfalone di Arpino Si svolge ogni anno il sabato e la domenica dopo il ferragosto. Già nei giorni precedenti in paese diventa spasmodico il toto-gonfalone, con indiscrezioni e scommesse sull’esito delle gare: Giochi e spettacoli in costume d’epoca.  Il giorno del Gonfalone è per gli arpinati più di una semplice domenica. E’ un tripudio di contagiosa passione, adrenalina, colori, cori, emozioni crescenti fino all’annuncio del nome del quartiere o contrada vincente. Da quel momento si aprono le danze per i vincitori fino alle prime luci dell’alba.

Vivere immersi nella natura

Per chi ama immergersi nella natura, Arpino offre una varietà di ambienti colonizzati da molteplici specie vegetali ed animali. Qui si trovano sentieri che raccontano di fatiche ed amori, favole, miti e leggende. E’ possibile addentrarsi nel bosco ombroso di Roverelle e Carpini, ricco di Pungitopo e Corbezzoli. Uscendo alla luce del sole si viene colpiti dai colori degli Anemoni che ci appaiono in tutto il loro splendore. Nella notte si possono  incontrare Tassi, Istrici, Martore e Volpi. Fra sassi e gli sterpi, invece, si nascondono il Cervone ed il Saettone. Scendendo a valle è possibile ammirare lo scorrere lento dei fiumi Liri e Fibreno. nascosti dai filari continui di Salici e Pioppi. Da qui è possibile osservare il riposo di Anatre ed Aironi. La bellezza sei sentieri d’Arpino è per i turisti un modo magico di scoprire le tante meraviglie che la nostra natura ha da offrire.

Arpino Torre Di Cicerone

Torre di Cicerone ad Arpino- www.ciociariaturismo.it

La torre di Cicerone

Ad Arpino famosa è la sua Torre, la quale sorge sull’antica Acropoli conosciuta anche come Civitas Ciceroniana. L’antico borgo è circondato dalle gigantesche  mura ciclopiche e qui si pensava che fosse collocata l’antica residenza di proprietà della famiglia dei Tulli di Cicerone, ereditata da Quinto, fratello del famoso scrittore. La Torre è stata allora inserita all’interno del borgo ciceroniano. Tuttavia le primi indagini ottocentesche non rivelarono alcuna zona residenziale ma è stato individuato, invece, un muraglione denominato di Cicero e una via Cicera tramandati dalla tradizione orale. Per questo la Torre viene denominata di Cicerone.

Arpino: Visita e scopri l’antica terra del grande Cicerone ultima modifica: 2019-06-19T09:00:20+02:00 da Angelo Franchitto
To Top