I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

IN LINEA CON DANIELA INTERVISTE

Question time: Coronavirus e fake news nutrizionali. Parte 1

Question time-Fake Fake News

Un question time sul Coronavirus che ha sconvolto il pianeta e l’umanità. Da settimane i ricercatori stanno lavorando incessantemente per cercare di arginare il fenomeno con un farmaco adatto, ma la soluzione richiederà ulteriore tempo e dispendio di energie. Come se non bastasse, nel frattempo, spopolano sul web innumerevoli fake news sulla relazione tra Covid-19 e nutrizione. Per questo abbiamo incontrato per voi la dottoressa Meringolo, dietista e nutrizionista nonché nostra affezionata collaboratrice.

Question time Coronavirus e fake news alimentari: l’aglio

question time: Aglio

“Buongiorno Dottoressa. Per cominciare vorrei sottoporre alla sua attenzione la voce che gira online sull’ aglio. E’ vero che ha la capacità di uccidere il Coronavirus?” Dott.ssa Meringolo:Bentrovati a tutti e grazie per la domanda. L’aglio sicuramente è un alimento che ha aiutato il progresso dell’umanità. Infatti veniva e viene tutt’oggi usato nella conservazione degli alimenti. Quando ancora non esistevano i processi di conservazione moderni come la surgelazione, era fondamentale. Basti pensare alle conserve della nonna, ricche di aglio e magari peperoncino, entrambi aventi capacità antimicrobiche. Purtroppo ahimè, nonostante ciò, l’aglio non può assolutamente nulla contro il Cornavirus”.

Question Time: Superfoods contro il Coronavirus

Question time: Fake Superfood

Ma ci sono dei cibi che rinforzano il nostro sistema immunitario contro il Covid-19?” Dott.ssa Meringolo:“Non c’è nessuna evidenza scientifica che dimostra che un cibo o dieta possa contrastare o prevenire l’ infezione da Covod-2019. Ciò che sappiamo da sempre però, è che molti micronutrienti e penso al folato, al ferro, al selenio ma anche la vitamina B6, B 12 e la D, solo per citarne alcune, giocano un ruolo importante nel corretto funzionamento delle difese immunitarie. Dunque, è necessario avere una dieta bilanciata e salutare e aggiungerei personalizzata, per questo è imprescindibile il ruolo dei dietisti e dei nutrizionisti in questo senso”.

Arance e vitamina C

Question time: Fake Arance

“Una delle notizie più circolanti è sulle arance…quelle fanno bene no? Insomma, contengono tanta vitamina C che, come si sa, combatte l’influenza.” Dott.ssa Meringolo:Eh no, purtroppo questo non basta. Ad ogni modo, è giusto consumarle, tranne in alcuni casi accertati dal MMG, ad esempio se si soffre di reflusso o gastrite”. “D’accordo, ma un’integratore di vitamina C ha una efficacia diversa?” Dott.ssa Meringolo:” Premetto che non tutti gli integratori sono uguali e non vanno mai presi con leggerezza. Mi riferisco non solo alle vitamine , ma anche ai sali minerali e ai probiotici.

Chiusa questa piccola parentesi, allo stato dei fatti gli alimenti sono dei fitocomplessi, quindi sono perfetti così come sono. Non serve integrare la vitamina C per prevenire il Covid-19 o per guarire. Ad ogni modo, solo il medico può stabilire se è necessaria la sua integrazione. Per esempio, un soggetto fumatore o che fa molto sport potrebbe averne bisogno a prescindere dall’influenza in atto.

Question Time: Frutta e verdura rinforzano le difese

Question time: Fake Frutta

“Quindi l’integrazione va fatta solo se strettamente necessaria, a prescindere dal Coronavirus. E abbiamo capito che i “superfoods” non esistono. Ma se mangiamo frutta e verdura in questo periodo, riusciamo a correre ai ripari in qualche modo dal Covid-19? Possiamo diventare immuni?” Dott.ssa Meringolo:Non proprio. Le faccio un esempio: una persona con un peso non salutare, in difetto o in eccesso, che magari fuma, beve alcool ed è sedentaria ma mangia tanta frutta e verdura, secondo lei può avere un forte sistema immunitario? Ciò che veramente conta per le difese immunitarie è lo stile di vita in toto. Le nostre abitudini pregresse, l’ambiente in cui viviamo, nonché gli stati d’animo e gli stressor esterni influenzano il nostro sistema immunitario. Quindi è importante avere un corretto stile di vita. Ad ogni modo si è sempre in tempo per cambiare rotta”.

pubblicità

Fine prima parte

“Dottoressa qui finisce la prima parte dell’intervista, io la ringrazio caldamente di questi chiarimenti in attesa della seconda parte” Dottssa Meringolo:” Grazie mille a voi per questa occasione. E’ un vero piacere rispondere a tante mamme e tanti papà che mi contattano in questi giorni bui per fare luce sulle bufale alimentari. Chiediamo sempre le fonti e le prove delle cose che vediamo su internet. A presto“.

Question time: Coronavirus e fake news nutrizionali. Parte 1 ultima modifica: 2020-04-02T09:23:13+02:00 da danielameringolo
To Top