I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

CONSIGLI UTILI IN LINEA CON DANIELA

Maturità e alimentazione: la dieta che aiuta la memoria

Maturità Studente

La maturità 2020 è alle porte. Questo esame rappresenta una tappa fondamentale nella vita di ogni studente, sempre ricca di aspettative. Ecco perché tutti aspirano ad arrivarci sereni e preparati, non solo scolasticamente. Infatti, la memoria e le prestazioni cerebrali vanno allenate e favorite da una corretta alimentazione. Ma vediamo come.

Maturità: chi ben comincia è a metà dell’opera, a partire dalla colazione

La maturità 2020 inizia dalla tavola. Dopo molte ore di digiuno è importantissimo ricaricare il corpo e il cervello di sostanze nutritive. Comincia la giornata con un buon thé verde in foglie, ricco di antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare. Inoltre la teina può avere effetti rinvigorenti sulla memoria. Oppure, invece del thè puoi degustare un buon caffè che, grazie alla caffeina, tiene alta la concentrazione. A patto che venga assunto con moderazione. Con queste gustose bevande è utile mangiare sempre qualcosa, ad esempio delle fette biscottate con la marmellata. In tal modo fai il pieno di energie indispensabili. Se ti piace la frutta a colazione, puoi introdurre il potassio della banana, che se abbinata al cioccolato fondente, costituisce un ottimo mix per la memoria.

Maturità Cervello

Maturità: come aiutare la memoria grazie agli spuntini migliori

Gli spezza fame servono a non andare in ipoglicemia, e quindi restare concentrati, ma senza appesantirsi. Cosa Mangiare? Le noci ad esempio. Pratiche e buone, apportano proteine, acidi grassi Omega 3 e Omega 6, vitamina B6 e vitamina E, indispensabili alla memoria. Via libera anche alla frutta di stagione per assorbire tutti i minerali di cui il nostro cervello è ghiotto. Ad esempio un buon succo di mirtilli è una ottima fonte di antiossidanti per benessere cerebrale.

Cosa mangiare a pranzo e a cena?

Un giusto apporto di carboidrati semplici e complessi è ciò che ci rende lucidi e focalizzati. I pasti devono essere ben bilanciati e leggeri, per cui non esagerare nelle quantità. Dopo un pasto troppo abbondante, l’organismo, poiché impegnato dalla digestione, rallenta le prestazioni cognitive. Via libera a pane, pasta e riso integrali , che hanno più microelementi e ci fanno assorbire lentamente gli zuccheri.

Memoria, le verdure indispensabili

Alla memoria fanno bene le verdure, in particolare : cavoli, broccoli e pomodori. I cavoli e i broccoli sono ricchi di vitamina C, acido folico (vitamina B9), alcune vitamine basilari per aiutare la memoria, la concentrazione e l’attenzione. Grazie al licopene, anche i pomodori, ottimizzano le funzioni cerebrali e proteggono dai tumori.

Uova e pesce per la salute del cervello

Le uova rinforzano la memorie grazie alla colina. Anche il pesce azzurro, quindi alice, sardine ecc..ne è ricco, insieme agli omega 3 che incentivano l’attività mentale. Inoltre, occhio all’idratazione. Non Bere acqua a sufficienza potrebbe compromettere le performance mentali generali. Come per lo studio, una dieta corretta è importante durante tutto l’anno. Parlane con me e il tuo medico, sapremo come aiutarti.

Maturità e alimentazione: la dieta che aiuta la memoria ultima modifica: 2020-06-18T09:00:00+02:00 da danielameringolo
To Top