I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

PERSONAGGI

Marianna Mattiocco, la modella che stregò Russell e Rodin

Marianna Mattiocco

Se la gran parte delle biografie dei grandi artisti riempiono le pagine dei libri di storia dell’arte, decisamente meno spazio viene dedicato alle fonti di ispirazione e ai modelli da essi utilizzati. C’è una storia, tuttavia, che può essere considerata relativamente un’eccezione. È quella di Marianna Russell, al secolo Marianna Mattiocco, una modella cassinate che con la sua bellezza ammaliò il pittore John Russell e fu la musa ispiratrice di alcune importanti opere della fine dell’Ottocento.

Le origini cassinati di Marianna Mattiocco

Marianna Russell o Marianna Mattiocco (nome da nubile) nacque a Cassino il 2 giugno del 1865. Dotata di una bellezza disarmante, diventò ben presto modella e cominciò a frequentare gli atelier degli artisti. Giovanissima, infatti, si trasferì nella capitale della pittura ottocentesca, Parigi, e finì con l’essere considerata la donna più bella di Francia.  Qui conobbe e sposò il pittore australiano John Peter Russell, un giovane artista che ebbe modo di conoscere Van Gogh e Claude Monet. Quest’ultimo, in particolare, ebbe una grandissima influenza su Russell, portandolo verso la pittura impressionista. La storia tra John e Marianna, che si conobbero nel 1884, fu quella di un amore molto intenso, che portò alla nascita di ben undici figli, cinque dei quali, però, morirono in età precoce.

Mrs. Russell Di Auguste Rodin, ritratto di Marianna Mattiocco

Il busto intitolato Mrs. Russell, realizzata da Auguste Rodin per l’amica Marianna Mattiocco. Fonte: Art Gallery NSW

Marianna Mattiocco non posò soltanto per il marito. Fu infatti la modella preferita del celeberrimo scultore Auguste Rodin, che le dedicò anche un busto in argento, intitolato Mrs. Russell nel 1888. Non solo. Marianna, infatti, posò per Rodin anche in occasione della realizzazione del busto di Atena e per la Cerere del 1896. L’amicizia tra Rodin, Russell e sua moglie, fu molto intensa e durò per tutta la vita della modella originaria di Cassino.

Una morte precoce pose fine al suo sogno d’amore

Marianna Russell molto spesso usò il nome professionale Marianna Mattiocco Della Torre, probabilmente anche per non essere sempre ricondotta al più famoso marito. Oltre a Russell e Rodin, anche altri artisti, sebbene meno famosi, si sono lasciati ispirare dalla bellezza di Marianna. Possiamo citare, ad esempio l’inglese Harry Bates, il ritrattista francesce Charles Émile Auguste Durand, detto Carolus-Durane lo scultore, sempre francese Emmanuel Frémiet. Per quest’ultimo, infatti, la Mattiocco posò durante la realizzazione della statua equestre di Giovanna d’Arco, completata nel 1889.

Marianna Mattiocco - Statua Equestre Di Giovanna D'arco

La statua equestre di Giovanna d’Arco, realizzata da Emmanuel Frémiet, il quale utilizzò Marianna Mattiocco come modella, si trova nella Piazza delle Piramidi di Parigi. Fonte: Flickr

La modella lasciò Parigi nel 1888 assieme al marito per stabilirsi sull’isola di Belle-Ile, al largo delle coste della Bretagna. Per la precisione si stabilirono nella cittadina di Gouphar, dove progettarono e costruirono una confortevole dimora, in cui molti artisti ricevettero ospitalità anche per lunghi periodi, per invecchiare insieme. Questo sogno d’amore della coppia, tuttavia, non poté realizzarsi. Il 30 marzo 1908 la donna morì di cancro a quarantadue anni, dopo essersi trasferita di nuovo a Parigi per avere migliori cure. Secondo il suo ultimo desiderio Marianna ricevette sepoltura sull’isola di Belle-Ile per restare, anche solo con il corpo, vicino alla sua famiglia e al suo grande amore.

Marianna Mattiocco, la modella che stregò Russell e Rodin ultima modifica: 2019-06-24T09:00:18+02:00 da Luigi Bove
To Top