Malocchio e superstizione ma cosa nasconde? - itCassino

itCassino

MITI E LEGGENDE USI E COSTUMI

Malocchio e superstizione ma cosa nasconde?

Malocchio Acqua E Olio

Il malocchio è una tradizione popolare molto radicata nel cassinate. Soprattutto sono le nonne che tramandano questa tradizione dalle origini molto antiche. Particolarmente utile per le persone che credono nei rituali magici, legati anche alla religione. Il significato del termine malocchio è quello di sguardo che trasmette negatività. Secondo la scienza questa è una credenza popolare radicata in certe aree culturali. Ma esistono dei principi. Prima di tutto bisogna credere nel rito e poi è qualcosa che viene tramandata. Solitamente le madri insegnano il rito alle figlie. Si tratta comunque di qualcosa che porta a dei risultati oggettivi.

Il rito dell’olio per togliere il malocchio

Secondo quanto viene tramandato, questo rito nasconde segreti che passano da nonna a nipote. Si tratta di un modo di pensare che nasce nel 1700. Secondo i nostri usi popolari, alcune donne hanno la capacità di scoprire se una persona che accusa un certo malessere è colpita da malocchio, o jettatura. Allo stesso modo riescono a eliminare gli occhi con il rito dell’olio. Come accade? Queste donne ricevono il dono della guarigione dalle loro ave e lo trasmettono a loro volta alle nipoti. Tuttavia nel momento in cui insegnano il segreto del rito, le insegnanti perdono la capacità di guarigione. Infine, il rito viene svolto stando seduti mentre l’anziana donna mette l’acqua in un piatto fondo.

Malocchio Fattucchiera

Poi bisogna ripetere per tre volte il segno della croce sulla fronte della vittima. Mentre fa questo, la donna ripete incorporata una formula e lascia cadere gocce di olio nel piatto. Queste gocce si allargano e prendono la forma a occhio. Più gocce di allargano più grande è malocchio. Addirittura, se l’estensione è talmente larga da scomparire, significa che la maledizione è vecchia e difficile da eliminare. A fine rito, la donna usa le dita della mano a forma di corna per rompere gli occhi. infine butta l’acqua in un luogo sicuro. Infatti nessuno deve calpestare l’acqua. La donna ripete il rito anche nei giorni successivi finché le gocce di olio restano minuscole.

Perché parliamo del Diavolo?

Si tratta di argomento di dibattito anche in ambito religioso. Infatti è oggetto di numerose dispute nella Chiesa cattolica. Il malocchio è definito come una pratica perversa e demoniaca. Ma è una pratica reale. Esistono diversi esponenti della chiesa che parlano di questi riti magici e come queste pratiche siano pericolose. Mentre sul web nascono siti accreditati o testi cattolici regolarmente in commercio. In merito al malocchio, vengono fatte diverse considerazioni come quelle che servono per riconoscere le trappole del Demonio. Infatti, eseguire fatture per provocare il malocchio è il modo di fare più comune. Si tratta della volontà di nuocere a un’altra persona attraverso un mezzo offerto al Diavolo. Dunque chi fa il malocchio chiede al demonio di imprimere la sua forza malefica.

Malocchio Diavolo

La fattucchiera usa materiale vario per ottenere il risultato. Ma in realtà l’efficacia non dipende tanto dal materiale che la fattucchiera usa quanto dalla volontà di danneggiare la persona destinataria del rito. Ugualmente, esistono formule magiche segrete che recitano gli esperti di occulto durante la preparazione di disgustosi intrugli. Infine, la persona colpita manifesta vari disturbi. Soprattutto dobbiamo pensare che l’efficacia diabolica dei malefici di queste persone nascono da sentimenti negativi quali; invidia, gelosia, altro. Lo scopo del rito è quello di separare sposi, fidanzati o amici.

Malocchio e superstizione ma cosa nasconde? ultima modifica: 2021-03-22T09:06:39+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x