I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

ANNUNCI VALORI

Le parole della speranza: condividiamo un pensiero

Le Parole Della Speranza Arcobaleno

Le parole della speranza, questa è l’iniziativa del Comune della città di Cassino. A sostenerla ci sono anche i volontari di varie associazioni come Dike e AGE Cassino. Inserito nel progetto Natale Solidale, Cassino città inclusiva, viene lanciato un contest che fino al 6 Gennaio promuove questa iniziativa sul territorio. Si tratta di coinvolgere in prima persona le cittadine e i cittadini per lanciare un messaggio di speranza. In questo momento tutti abbiamo voglia di sperare. Prima di tutto abbiamo speranza nel vaccino, speranza che il nuovo anno sia migliore. Cerchiamo frasi, poesie e pensieri che diffondano il vero senso della speranza.

Come nasce l’idea del contest Le parole della speranza?

Il progetto del Comune e sposato dai volontari ruota intorno al bisogno delle persone di ritrovare la perduta normalità. Dunque, lo scopo de Le parole della speranza è quello di sensibilizzare la popolazione alla vicinanza emotiva. Infatti il contest è aperto a tutti. Giovani e adulti sono invitati a partecipare. In questo periodo i volontari cercano di spronare le persone a continuare a credere nel futuro. Allo stesso modo spiegano quanto è bello sperare in un futuro in cui non saremo più isolati nelle nostre realtà. Ma dobbiamo guardare a quel momento, quello della condivisione e del ritorno alla prossimità. Particolarmente importante, perché il distanziamento fisico ha tolto tanto alle nostre vite per un intero anno. Tutte queste cose sono venute meno a causa della pandemia  ma ora sentiamo la necessità di tornare ai contatti umani.

Le Parole Della Speranza Locandina
Le parole della speranza, questo è il nome de l’iniziativa promossa dal Comune di Cassino e sostenuta dai volontari delle associazioni presenti sul territorio.

Allora ecco che grazie alle azioni dei volontari, i cittadini diventano protagonisti del progetto. Ugualmente, attraverso la condivisione dei propri pensieri, nascono anche dei legami sociali. Soprattutto questi legami diventano dei punti di riferimento e spunto di riflessione per tutti. Si tratta di un modo per ripartire. L’iniziativa abbraccia il periodo del Natale e del nuovo anno. Anche per questo vediamo nelle azioni dei volontari un segno di rinascita, di condivisione e di speranza.

Come partecipare al contest?

Prima di tutto la partecipazione al contest è estesa a tutti, cittadine e cittadini che hanno voglia di condividere un pensiero sul futuro. Partecipare è veramente semplice. Infatti l’iniziativa chiede, a chi lo desidera, di postare sul proprio profilo Facebook, oppure inviando tramite email a [email protected], una frase. Si tratta di scrivere cosa significa speranza oggi per ognuno di noi. La frase è seguita da l’hashtag #NataleSolidaleCassino. Si tratta di lasciare un messaggio per dire stiamo uscendo da questo momento. Condividere un messaggio è molto semplice. Lo facciamo su Facebook. Ugualmente lo scopo principale è quello di donare speranza a chi ne ha più bisogno. Proprio perché oggi siamo tutti bisognosi di trovare parole di conforto. Dunque, in questo modo possiamo donare parole che tanti possono apprezzare. Allo stesso tempo anche noi possiamo leggere pensieri che possono darci conforto. Infine è prevista la scelta di sei frasi. 

Le Parole Della Speranza Messaggio
Per partecipare al contest Le parole della speranza, scrivi una frase, un pensiero, una poesia e postala sul tuo profilo Facebook con l’hashtag #NataleSolidaleCassino

Soprattutto devono essere frasi particolari, che hanno un impatto forte che possono essere incise su delle targhe commemorative. Così, grazie a questo progetto, c’è la possibilità di donare queste targhe ai quartieri di Cassino. Un pensiero inciso da consegnare alla città al termine del contest. Sono targhe che hanno un grande valore per tutti noi. Infatti esse sono simboli per ricordare la forza della speranza e l’opportunità di essere comunque sempre uniti.

Le parole della speranza: condividiamo un pensiero ultima modifica: 2021-01-04T09:59:12+01:00 da Angelo Franchitto
To Top