I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

ARTIGIANATO COSA FACCIAMO

Il giardino di Giulia: un ambizioso progetto in fioritura

Il Giardino Di Giulia Foto Di Giulia Marchiò

Il giardino di Giulia è un ambizioso progetto di attività agricola biologica che fa sperare i giovani intraprendenti. Parliamo di un’attività in continuo sviluppo firmato Giulia Marchiò: una giovane coltivatrice cassinate. Andiamo a scoprire dunque chi è, da dove viene e dov’è che vuole andare. Scopriamo come è possibile relizzare.

Il Giardino Di Giulia Foto Di Giulia Marchiò Raccolta
Foto di Giulia Marchio’

Il giardino di Giulia: facciamo un passo indietro

Prima di fondare “il giardino di giulia” la ragazza ha collezionato titoli ed esperienze formative con ottimi risultati. Infatti Giulia ha ottenuto la laurea triennale in economia aziendale. Ottiene il massimo dei voti e la lode presso l’università di Cassino. Ripete lo stesso risultato conseguendo la laurea magistrale in management. In seguito ottiene anche un master in analisi e pianificazione finanziaria ancora con il massimo dei voti. L’ormai economista ha fatto anche esperienze di formazione lavorativa. Infatti passa per studi di consulenza, aziende di smaltimento rifiuti e società di distribuzione. Si muove sempre tra il territorio frusinate e quello della sua città natale. Giulia si dichiara contenta per le esperienze e soddisfatta del suo percorso ricco e gratificante. Non è un caso poi che le tesi di laurea parleranno del settore agricolo. Per questi episodi la ragazza si avvicina al settore dell’agricoltura biologica, che prenderà con grande entusiasmo.

Un bando regionale per fondare il progetto

Anche sommelier. Dopo una notevole formazione tra studi e tirocini Giulia partecipa ad un bando regionale per il “primo insediamento dei giovani all’agricoltura”. La cassinate non proviene da una famiglia di agricoltori. Affina però ugualmente tecniche e passione per l’agricoltura biologica. Per guadagnarsi il contributo finanziario ad opera della regione sono richiesti alcuni parametri: servono ad esempio almeno 5 ettari di terra. Così Giulia inizia una ricerca sfrenata di terre girando tutta l’area del cassinate. Visita molte delle campagne. Nonostante alcune complicazioni amministrative e di tempistiche per il bando Giulia riesce comunque a trovare gli ettari di terra necessari. Lo fa trovando terreno fertile a Pignataro Interamna, situata a pochi chilometri da Cassino. Proprio qui infatti riesce finalmente a fondare “il giardino di Giulia”, realtà che esiste da oltre un anno e mezzo ormai. Qui la ragazza inizia appunto la sua attività di agricoltura biologica coltivando prodotti di stagione. Principalmente ortaggi.

Il Giardino Di Giulia Foto Di Giulia Marchiò Pomodori
Foto di Giulia Marchio’

Il giardino di Giulia: l’offerta attuale e gli obiettivi futuri

Ad oggi la Marchiò ha costruito una realtà in crescita e con altre ambizioni. Infatti rifornisce molti interessati con prodotti biologici, assumendone il rischio ed i costi. Garantisce un sano raccolto e di origine controllata. Si tratta principalmente di prodotti di stagione come bieta, scarola, zucchine, pomodori. La risposta dei clienti soddisfatti per la qualità dei prodotti non si fa attendere, prodotti che sono richiesti anche da piccole attività. Infatti la premessa per un futuro non molto lontano per Giulia è quella di avviare una bottega di sua gestione. Per farlo sta pensando di produrre anche miele. Questo è in fase di lavorazione e sarà probabilmente disponibile già in settembre. La ragazza si ritiene soddisfatta di quanto fatto fino ad ora. È di fatto orgoglio cassinate, esempio per i giovani ambiziosi che vogliono costruire realtà: sane come i suoi prodotti. Vi invito a seguirla su Instagram come ilgiardinodigiulia.

Il giardino di Giulia: un ambizioso progetto in fioritura ultima modifica: 2020-07-06T09:00:00+02:00 da Demian Calcagni
To Top