I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

CONSIGLI UTILI IN LINEA CON DANIELA

Cattiva digestione: le domande che hai sempre voluto fare

Cattiva Digestione Mal Di Pancia

La cattiva digestione affligge ben oltre il 40% degli italiani. Intervistiamo la nostra Dottoressa Meringolo, dietista e nutrizionista, per capire cosa fare e a chi rivolgerci quando lo stomaco non funziona come dovrebbe.

Cattiva digestione: le cause

“Salve cara dottoressa e ben ritrovata. Oggi parliamo della cattiva digestione gastrica. Quali sono le cause principali di questo spiacevole disturbo?” Dott.ssa MeringoloGrazie a voi dell’appuntamento rinnovato, è sempre un vero piacere. Dunque, c’è da dire che la digestione è un processo delicato e , ahimè, sottovalutato. Questo sistema complesso di organi e apparati può andare in tilt sia in presenza di patologie e sia a causa di abitudini sbagliate . Anche il sovrappeso, la sedentarietà e l’abuso di farmaci antiinfiammatori danneggiano sulla digestione

Cattiva digestione: una questione di abitudini

“Eccoci al punto cruciale, quali sono le abitudini da correggere in questi casi?”Dott.ssa Meringolo In primis Il fumo e l’acool sono da correggere. Poi sicuramente incidono una serie di fattori comportamentali, tra cui specifici alimenti e la copiosità del pasto, insomma la dieta in toto. Ad esempio mangiare voracemente, ad orari irregolari, nervosamente, sono consuetudini da correggere. Infatti sono tutti fattori che corretti possono migliorare già da subito la digestione.”

Riconoscere la cattiva digestione dello stomaco

“Come riconoscere i segnali di una cattiva digestione?”Dott.ssa Meringolo “ Beh, si tratta di una esperienza molto comune e spesso personale. Ma nella mia pratica clinica le persone riferiscono la sensazione di peso sullo stomaco, gonfiore e eruttazioni . Anche una sensazione di malessere generalizzato, e affaticamento sono molto comuni. Alcuni di questi sintomi e segnali però, purtroppo, spesso possono sottendere patologie più o meno serie. Per questo è importante sempre parlare con il medico, il dietista e il gastroenterologo di fiducia.

5 Step Esperta
Dietista Daniela Meringolo, Specializzata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana

Lo stomaco ci invia segnali: attenzione a…

“Dottoressa potrebbe brevemente dirci i segnali a cui bisogna porre particolare attenzione?” Dott.ssa MeringoloQuando non si digerisce, uno dei primi sintomi è l’alitosi. Le cause sono disparate, come banalmente un frammento di cibo tra i denti o il digiuno prolungato. Ma se associata a un senso di oppressione e bocca amara, probabilmente è perché lo stomaco fa fatica a svuotarsi. In tal caso sarà il medico a valutare se prescrivere un farmaco procinetico e il dietista migliorerà la composizione dei pasti. Anche la lingua ci manda dei segnali. Addirittura il suo aspetto può informarci della presenza di un’ulcera.”

Quella strana tosse

“Che ci dice su tosse e abbassamento di voce? E’ vero che possono dipendere da una cattiva digestione?” Dott.ssa Meringolo “Certamente. Oltre al classico bruciore all’altezza del torace, se avverti spesso il bisogno di schiarirti la voce o hai una tosse secca e insistente potresti soffrire di reflusso gastroesofageo. Infatti i succhi gastrici risalgono verso l’esofago oppure la trachea e la laringe provocando questa sintomatologia. Anche la voce bassa può nascondere questo problema. Problema che non va mai e poi mai ignorato perché si rischiano patologie gravi come l’esofagite da reflusso, e anche qui il dietista è di aiuto.

L’Helicobacter Pylori, conoscerlo per combatterlo

“Dottoressa, cosa ci dice invece del fastidio alla “bocca dello stomaco” e diverso come sintomo dagli altri?”Dott.ssa Meringolo” Si, se si avverte un discomfort subito al di sotto dello sterno, alla cosiddetta “bocca dello stomaco”, potrebbe trattarsi di una vera e propria gastrite. Ossia l’infiammazione della mucosa intestinale, che se occasionale è trattabile con una serie di norme igienico comportamentali. Se invece permane e si accompagna ad una sensazione di immediata pienezza potrebbe trattarsi di una infezione da Helicobacter Pylori. Ecco perché non bisogna mai affidarsi solo al fai da te e parlarne con il medico e il dietista. Il problema può diventare ingravescente e invalidante se non si individua la natura,la causa e quindi la terapia farmacologica e dietetica specifica. Grazie delle domande e vi ricordo di commentare sotto l’intervista per saperne di più, oppure potete contattarmi privatamente. A giovedì prossimo.

Cattiva digestione: le domande che hai sempre voluto fare ultima modifica: 2020-06-05T09:00:00+02:00 da danielameringolo
To Top