CONSIGLI UTILI EDIFICI STORICI VALORI

Abbazie ciociare: alla scoperta delle più belle

Abbazie Ciociare Turismo

Le Abbazie della Ciociaria, una terra ricca di storia, di tradizioni, di località che sono delle vere e proprie perle del territorio. Infatti, le Abbazie sono un tesoro da scoprire, conoscere, vedere al più presto. Così si potrebbe approfittare di un fine settimana, di una festività, di una giornata di sole per conoscere meglio ciò che ci circonda. Ecco alcuni consigli.

Abbazie Ciociare Montecassino
Montecassino è una delle più conosciute e belle abbazie ciociare. Fonte: www.wikipedia.org

L’abbazia di Montecassino

Tra le tre più belle Abbazie della Ciociaria ricordiamo l’abbazia di Montecassino. Essa sorge sulla sommità del Monte Cairo e dal dicembre 2014 è in gestione al Polo Museale del Lazio. In particolare parliamo del monastero più antico d’Italia insieme a quello di Santa Scolastica. Nella sua storia ha subito distruzioni, saccheggi e terremoti. Allo stesso modo è sempre risorta. In questa abbazia San Benedetto trascorse il resto della sua vita, compiendo numerosi miracoli e scrivendo la storica Regola.  Ai tradizionali tre voti di povertà, castità e obbedienza, aggiunse anche l’obbligo del lavoro. Perciò, il motto Ora et Labora è alla base del monachesimo benedettino. Oggi le reliquie dei due santi sono conservate nella cripta sottostante l’altare maggiore della chiesa. Montecassino è meta ogni giorno di migliaia di pellegrini e visitatori ansiosi di visitare la Basilica e il Museo.

Abbazie Ciociare Casamari
Casamari è un’importante abbazia da visitare tra le abbazie ciociare. Fonte: www.wikipedia.org

Abbazia di Casamari

Nel territorio del comune di Veroli, a 9 km dal centro, sulla via Maria, sorge l’abbazia di Casamari. Edificata sulle rovine dell’antico municipio romano dedicato alla dea Cerere. Il nome Casamari è legato al console romano Caio Mario, celebre condottiero, nemico di Silla. L’abbazia, costruita nel 1203 è uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. L’abbazia, poi divenuta sede di varie attività che vedono impegnati i monaci. Cioè preghiera, ma anche insegnamento. La scuola si trova ugualmente all’interno dell’abbazia. La farmacia interna è composta di un hortus botanicus e di un armarium pigmentariorum la cui data di fondazione è incerta. Similmente, la liquoreria interna è stata ideata fra il Settecento e l’Ottocento. Invece, la tipografia del 1954, stampa anche testi scolastici. Infine, la spiritualità della comunità monastica di Casamari è realizzata in comunione di ideali e di una vita in clausura.

Abbazie Ciociare Certosa Trisulti
Tra le abbazie ciociare si consiglia di non mancare visita alla Certosa di Trisulti. Fonte: www.wikipedia.org

La Certosa di Trisulti

Tra le più belle Abbazie della Ciociaria non può mancare la Certosa di Trisulti. Si parla di un’Abbazia riconosciuta monumento nazionale. È collocata tra boschi di querce nel territorio di Collepardo. L’abbazia come tale fu costruita nel 1204 nei pressi della precedente per volere di papa Innocenzo III. Il nome Trisulti deriva dal nome latino con cui veniva chiamato un castello del XII secolo gestito dai Colonna. Difatti, dopo che il castello è andato distrutto, ne rimangono solo alcune rovine. Nel 1947 passa alla Congregazione dei Cistercensi di Casamari. Nel piazzale principale si trovano l’antico palazzo di Innocenzo III che ospita un’antica biblioteca e la chiesa di San Bartolomeo. Gioiello della Certosa è la Farmacia dove si possono vedere i vasi in cui erano conservate le erbe medicamentose e i veleni estratti dai serpenti.

Angelo Franchitto

Autore: Angelo Franchitto

Laureato in Scienze dell’educazione e della formazione, mi occupo di scrivere articoli sociali. Impegnato nel campo del volontariato, scuola e formazione. Amo leggere giornali, riviste e libri di vario genere. Mi appassionano le serie televisive. Amo praticare le lingue. In particolare: Inglese, Francese e Spagnolo.
Abbazie ciociare: alla scoperta delle più belle ultima modifica: 2019-10-21T09:00:17+01:00 da Angelo Franchitto

Commenti

To Top