I CASSINATI RACCONTANO CASSINO

itCassino

ARTE LO SAPEVI CHE

I libri che hanno segnato un’epoca indimenticabile

Libri Libreria

I libri che non si può far a meno di aver letto. Delle opere cosi importanti per la loro generazione o che hanno avuto una tale influenza sul loro periodo storico. Perchè se la musica è per l’anima come l’aria che si respira, i libri ne sono il nutrimento. Ecco una lista di quattro libri che ti consiglio, per una piacevole lettura.

I libri che hanno segnato un’epoca: “Gente di Dublino”

Tra i libri che ti consiglio, il primo è ”Gente Di Dublino” di James Joyce. Sicuramente l’opera più importante dello scrittore Irlandese, pubblicato nel 1914. L’autore vuole mostrare la caduta dei valori morali, legati alla religione,alla politica e alla cultura in generale di Dublino. Un capitolo della storia morale dell’Irlanda e dei suoi abitanti,una spietata radiografia di una città e del suo ambiente. Diviso in quindici racconti,che oscillano tra elemento realistico e simbolico che mescolano angoscia e disperazione. Inoltre nel 1987 il regista John Huston dirige “The Dead-Gente di Dublino” ispirato al romanzo “Dubliners”

Libri Libro In Spiaggia

I libri che hanno segnato un’epoca: “Sulla Strada”

Sulla strada è l’opera più conosciuta dello scrittore americano Jack Kerouac, padre della “Beat Generation. Viene pubblicato nel 1957, inoltre il suo stile ritmato ed immediato , ha ispirato numerosi artisti tra i quali Bob Dylan. Inserito nei migliori 100 romanzi del ventesimo secolo e ha venduto circa 3 milioni di copie. Un viaggio nell’America del dopoguerra al ritmo della musica jazz, alla continua ricerca di un nuovo stile di vita, puro e folle. Dean Moriarty e Sal Paradise, intraprendono un lunghissimo viaggio per gli Stati Uniti da est a ovest. Celebre la frase ”Dobbiamo andare e non fermarci finchè non siamo arrivati. Dove andiamo? Non lo so, ma dobbiamo andare”

“Storie di ordinaria follia”

Storie di ordinaria follia è l’opera più importante e completa dallo scrittore Charles Bukowski. E’ un’insieme di racconti che descrivono i vari aspetti dell’autore, nella sua disordinata vita fatta di sesso donne e alcol. I suoi personaggi sono vari, prostitute,vagabondi, clochard che vivono di espedienti. Infatti i personaggi “Bukowskiani” rappresentano il “lato oscuro” dell’America degli anni trenta. L’autore infatti sconvolge per il modo rude in cui racconta un’America bigotta e perbenista. La sua scrittura cosi diretta, fa percepire il disagio e la rabbia che i suoi personaggi vivono, facendoli apparire “speciali” per quel senso di sconfitta che li accomuna. Il regista Marco Ferreri nel 1981 ispirandosi alla vita di Bukowski, dirige “Storie di ordinaria follia” con Ben Gazzara ed Ornella Muti.

“Il battello ebbro”

Un battello da carico, rimasto senza equipaggio, racconta la sua deriva, libera da costrizioni. E’ l’avventura dei sensi, che deragliano in un’immediata adesione agli elementi naturali, del pensiero che barcolla fuori dalle coordinate della logica. Una poesia che si frantuma e si ricompone di continuo in un fantasmagorico rutilare di immagini. Con quell’accelerazione del tempo che fu tipica di Rimbaud, il battello ebbro venne composto nel 1871. E’ una raccolta, vera e propria pietra miliare nella storia della poesia moderna.

I libri che hanno segnato un’epoca indimenticabile ultima modifica: 2020-06-12T09:00:00+02:00 da Fabio Bocchino
To Top